shutterstock_1675699708

Il gatto apprende il corretto comportamento di eliminazione grazie all’imitazione materna a partire dalla quinta settimana di vita.
La sequenza prevede:
ingresso in cassettina, annusare il substrato, scavare in un punto, eliminare (in posizione accovacciata), girarsi per annusare l’area di eliminazione, quindi ricoprire le deiezioni. Tale sequenza può essere parziale o non presente in gatti orfani o che hanno subito distacchi precoci.

CASSETTINA: ISTRUZIONI PER L’USO
La cassettina (aperta/chiusa, con apertura frontale/dall’alto, autopulente) e il substrato devono esser valutati secondo la predilezione mostrata dal soggetto/soggetti Importante la pulizia giornaliera con l'asportazione delle deiezioni e rinnovo completo del substrato con regolarità (ogni sette/dieci giorni con detersione dapprima con acqua calda e sapone neutro e successivamente disinfezione). 

shutterstock_200294678

QUALE SUBSTRATO
Sarebbe preferibile consigliare substrati a pezzatura medio/piccola, agglomeranti (così che si possa procedere agevolmente durante la giornata alla rimozione delle deiezioni – le lettiere assorbenti infatti risultano più comode nella gestione da parte del proprietario ma meno gradite al felino che le può percepire come sporche) e non profumate (soprattutto se la cassetta è di tipo chiuso). Lettiere a cristalli profumate possono essere utilizzate ma spesso non vengono gradite. 
INSERIRE LINK A SABBIETTA 

DOVE METTERE LA CASSETTINA
Ricordare ai proprietari che questi oggetti devono essere posti in ambienti tranquilli e non di passaggio, lontani dalle ciotole di cibo e acqua, da elettrodomestici troppo rumorosi e da fonti di minaccia. Nel caso fossero presenti più gatti, oltre a consigliare un numero di lettiere pari al numero di soggetti presenti più uno, sarebbe opportuno consigliare di acquistarle sia aperte che chiuse e posizionarle in diversi punti della casa (appartati ma non ciechi), soprattutto se la convivenza tra i gatti non è idilliaca, così che si evitino situazioni di mobbing in prossimità della cassettina. 

shutterstock_508268128

COME DEVE ESSERE LA CASSETTINA
La dimensione della cassetta deve esser grande abbastanza da permettere al gatto di entrarvi e girarsi agevolmente. Se venisse chiesto consiglio per una cassetta chiusa e il gatto fosse molto giovane, consigliare di rimuovere inizialmente lo sportellino anteriore così che sia meno fastidioso e pauroso l’entrarvi e di acquistare una cassettina con bordi non particolarmente alti così che il micino possa accedervi agevolmente (quest’ultimo discorso può valere anche per animali particolarmente anziani affetti da patologie osteoarticolari).L’acquisto della lettiera autopulente deve esser vagliato attentamente rispetto al soggetto per cui la si sta acquistando.

ATTENZIONE
Molti disagi emotivi possono esser manifestati attraverso errate deposizioni di urine e feci in luoghi inappropriati o vere e proprie marcature. Anche in questo caso è importante prima accertarsi che non vi siano patologie organiche in atto, che la pulizia della cassetta sia idonea e che la scelta del substrato sia in linea con le esigenze del piccolo felino.

Torna all’articolo: IL COMPORTAMENTO ELIMINATORIO
Continua a leggere: IL VIAGGIO

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Se continui la navigazione accetti di utilizzarli. Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Cliccando sul bottone Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto