Benvenuto su Animali che passione Offri il tuo contributo in denaro per sostenerci.
Iscriviti alla associaizone e diventa uno di noi
Mi Vuoi Morto? Attenzione alle truffe sui cuccioli
Condividi
Cerca

HOME

Argomenti

Archivio Articoli

Chi Siamo

Cerca

Domande più frequenti

Contenuti

Downloads

Web Links

Top 10

Invia News

AvantGo

Sondaggi

Contatti

Come Sostenerci

Passaparola

Giornale

Profilo Utente


Pepe consiglia di iscriversi
...amici è nata DNA Rimini...io corro a iscrivermi!!!


La mappa per i nostri amici animali a Rimini
Visita la nostra mappa e contribuisci segnalando i punti di interesse
Visualizza Canili e Animali a Rimini in una mappa di dimensioni maggiori

Il caso Sgambamento a Rimini
Guarda il nostro progetto "Sgambamento canile di Rimini"

Utenti in Linea Ora
In questo momento ci sono, 223 Visitatori(e) e 17 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Gatti nel Canile di Rimini
Gatti nel Canile di Rimini

Canile di Vallecchio

Cani del Canile di Vallecchio


Menù
· Home
· Archivio Articoli
· Argomenti
· AvantGo
· Cerca
· Contatti
· Contenuti
· Domande più frequenti
· Downloads
· Forums
· Giornale
· Invia News
· Messaggi Privati
· Passaparola
· Profilo Utente
· Sondaggi
· Statistiche
· Top 10
· Web Links

Filmati
Abbandono animali RTV San Marino


Canile di Coriano
Prima parte


Canile di Coriano
Seconda parte


Abbandono Animali
Primo tempo


Abbandono Animali
Secondo Tempo




Logo TV animalista

Video Gli orrori della produzione di uova

Video Stop alla sofferenza degli animali nei circhi

 
Animali che Passione Appelli vivisezionecorteo-nazionale-contro-green-hill
Postato da il Venerdì, 16 aprile @ 12:33:39 CEST (404 letture)

VIVISEZIONE:CORTEO NAZIONALE CONTRO GREEN HILL

Albert Einstein:
Vivisezione. Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni

24 APRILE 2010 @ MONTICHIARI (BS) CORTEO NAZIONALE CONTRO GREEN HILL

Allevamento di cani beagle destinati alla vivisezione.
L’allevamento destina ogni mese 250 cani ai laboratori di vivisezione.
Un piano di ampliamento porterebbe nelle gabbie di Green Hill un numero di 5000 cani, tutti destinati ai laboratori come cavie per la vivisezione!

INFO: www.fermaregreenhill.net

http://www.beppegrillo.it/2006/01/la_vivisezione.html

Ammetto che quando penso alla vivisezione animale mi vergogno della specie umana e mi sento solidale con l’agente Smith di Matrix quando dice che gli uomini non sono mammiferi, ma virus.
Io vorrei abolire la vivisezione animale per legge.
L’obiezione che viene fatta è: “la vivisezione è utile, meglio loro di noi”.
Vorrei vedere se qualcuno vivisezionasse il vostro gatto o il vostro cane come reagireste a queste parole.

Comunque, la vivisezione è inutile e non lo dice un comico, ma la rivista Nature, uno dei punti di riferimento della scienza mondiale, che ha pubblicato il 10/11/2005 unarticolo con le dichiarazioni di alcuni scienziati:

” – I test di tossicità che abbiamo utilizzato per decenni sono semplicemente cattiva scienza. Oggi abbiamo l’opportunità di incominciare da zero e di sviluppare dei test basati su prove evidenti, che forniscono una reale opportunità per la tossicologia di diventare infine una scienza rispettabile.

- E’ stata riconosciuta la cattiva qualità della maggior parte dei test su animali, che non sono mai stati sottoposti ai rigori della validazione oggi imposta ai metodi alternativi in vitro. La maggior parte dei test su animali sovrastimano o sottostimano la tossicità, o semplicemente non sono in grado di fornire dati precisi sulla tossicità riferita all’uomo (il 75% dei test su animali vengono fatti per prove di tossicologia, ndr)

- I test di tossicologia embrionale fatti su animali non sono affidabili per la previsione nell’uomo: quando scopriamo che il cortisone è tossico per gli embrioni di tutte le specie testate, eccetto quella umana, cosa dobbiamo fare?”

E’ in discussione a Bruxelles la proposta REACH per la valutazione e regolamentazione delle sostanze chimiche immesse nell’ambiente, che sono causa, è stato stabilito, di circa un milione di morti premature nella UE (cancro, malattie degenerative come Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla).

Ho deciso di sostenere il Comitato Scientifico Equivita (già Comitato Scientifico Antivivisezionista), che chiede di inserire nella bozza REACH il divieto di usare sperimentazione animale per valutare la tossicità delle sostanze.

La sperimentazione su animali consente alle industrie di ottenere qualsiasi risposta desiderino (cambiando la specie animale usata) e di evitare la responsabilità civilesostenendo che il modello animale non consente “la certezza della prova“.

Esistono metodi di indagine predittivi per l’uomo come la tossicogenomica, già inserita nel testo di REACH come scelta possibile. La tossicogenomica studia la reazione del genoma della cellula umana con risultati 100 volte più veloci e più economici.

Chiudo questo lungo post con una frase di Albert Einstein:
Vivisezione. Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni”.

Ps: Ho incontrato a Lugano *Hans Ruesch, un novantenne giovanissimo, fondatore del movimento antivivisezionista e autore del libro: “Imperatrice Nuda”. Lo saluto con affetto dal blog.

http://www.hansruesch.net/vita.htm

*Hans Ruesch (1913-2007)

http://www.veganzetta.org/?p=553

Di recente il BUR della Regione Friuli Venezia Giulia ha dato notizia ufficiale della Legge Regionale 11 febbraio 2010 n° 3. Una legge dal titolo “Norme per la diffusione di metodologie alternative alla sperimentazione animale”, una legge sulla vivisezione.
Premettiamo che ben poco ci si può aspettare da una legge regionale dato che la materia è normata già a livello nazionale, tuttavia si possono evidenziare delle particolarità a nostro avviso importanti perlomeno nelle dichiarazioni d’intenti del testo presentato per la discussione.
Forse per la prima volta in Italia un testo di una Proposta di Legge cita l’antispecismo nella sua presentazione.
Infatti il testo “norme contro la vivisezione” del 9 settembre 2008 presentato dal Consigliere Giorgio Venier Romano (UDC) recita:

“Ma l’aspetto fondamentale della mia contrarietà alla vivisezione e che intendo sottoporvi in questa sede, a sostegno della presente proposta di legge, è riconducibile in particolar modo alla necessità che, al di là dell’aspetto inerente la vita e la morte degli animali, una società cosiddetta civile deve evitare comunque la sofferenza degli animali.”

Ed anche:

“Da un punto di vista etico non può esserci alcuna giustificazione a questo massacro. Chi sostiene la vivisezione accusa chi la combatte di “sentimentalismo” nei confronti degli animali, e chiede spesso: “preferite salvare un topo piuttosto che un bambino?”, facendo leva, egli stesso, sulle emozioni (ma di verso opposto).
La risposta giusta a questa domanda è: “preferiamo salvare sia il bambino che il topo” perché, al di là delle spiegazioni scientifiche secondo cui la sperimentazione sull’animale può causare la morte anche del bambino, è importante capire che una scienza in cui si adotti il principio che “il fine giustifica i mezzi” è una scienza malata, in cui qualsiasi atrocità potrà essere legittimata.
E’ importante rilevare come non si possa accettare che esistano da un lato, la “vivisezione giusta” (quella per scopi medici) e dall’altro, la “vivisezione sbagliata” (ad esempio, quella per i cosmetici). La vivisezione è sempre ed in ogni caso inaccettabile, sia dal punto di vista scientifico che da quello etico.
Occorre escludere la sperimentazione animale, così come ogni altra forma di tortura, anche perché vi è sempre un’altra via, con basi scientifiche e senza violenza: è quella che va esplorata e allargata, è quella che concretamente porta i risultati migliori per l’uomo.
La vivisezione, definita da Gandhi “il crimine più nero tra i neri crimini commessi dall’uomo”, va avanti per una forma di inerzia culturale, perché non ci si oppone agli interessi che la sostengono e che impongono come dogma che “la vivisezione è necessaria”.”

Sulla vivisezione nel testo si afferma:

“La risposta giusta a questa domanda è: “preferiamo salvare sia il bambino che il topo” perché, al di là delle spiegazioni scientifiche secondo cui la sperimentazione sull’animale può causare la morte anche del bambino, è importante capire che una scienza in cui si adotti il principio che “il fine giustifica i mezzi” è una scienza malata, in cui qualsiasi atrocità potrà essere legittimata.
E’ importante rilevare come non si possa accettare che esistano da un lato, la “vivisezione giusta” (quella per scopi medici) e dall’altro, la “vivisezione sbagliata” (ad esempio, quella per i cosmetici). La vivisezione è sempre ed in ogni caso inaccettabile, sia dal punto di vista scientifico che da quello etico.
Occorre escludere la sperimentazione animale, così come ogni altra forma di tortura, anche perché vi è sempre un’altra via, con basi scientifiche e senza violenza: è quella che va esplorata e allargata, è quella che concretamente porta i risultati migliori per l’uomo.
La vivisezione, definita da Gandhi “il crimine più nero tra i neri crimini commessi dall’uomo”, va avanti per una forma di inerzia culturale, perché non ci si oppone agli interessi che la sostengono e che impongono come dogma che “la vivisezione è necessaria”.”

Il Consigliere conclude il suo testo con un’analisi che si rifà alla filosofia antispecista nella sua accezione più classica (ad esclusione di Kant):

“Il pensiero occidentale non è mai stato particolarmente benevolo verso gli animali, visti quasi sempre come creature poste al servizio dell’uomo. Si può dire che fino a pochi anni fa la visione antropocentrica del mondo sia stata quasi universalmente accettata, anche se, già nell’antichità, si siano fatte sentire voci di dissenso a questa impostazione, come quelle di Pitagora, Porfirio, Plutarco, Celso.

A questa visione si oppose anche Kant, il quale, pur non riconoscendo agli animali diritti derivanti dalla loro condizione di esseri viventi e senzienti, riteneva che l’uomo dovesse rispettare gli animali perché la crudeltà nei loro confronti predisponeva ad uguale comportamento verso i nostri simili.

Solo alla fine del 1700 il filosofo utilitarista Jeremy Bentham iniziò, per la prima volta, a porre le basi per il riconoscimento dei diritti animali. Egli disse: “il problema non è “possono ragionare?”, né “possono parlare ?”, ma: “possono soffrire?” (in un essere umano sottoposto a torture analoghe a quelle della vivisezione, essere cerebroleso o, al contrario, dotato di un alto quoziente di intelligenza, non modificherebbe certo la dimensione della sua sofferenza).

Agli inizi degli anni ’70 cominciò ad organizzarsi un vero e proprio movimento per il riconoscimento dei diritti degli animali. Alla base delle argomentazioni vi è il concetto di specismo: l’uomo mette in atto comportamenti crudeli verso gli animali soltanto perché non appartengono alla sua stessa specie. Allo stesso modo, i razzisti discriminano in base alla razza ed i sessisti in base al sesso. Riconoscere agli animali diritti quali la vita, il benessere, un equo trattamento e il rispetto della propria specificità, rappresenta quindi la logica conseguenza del riconoscimento dei diritti umani.

In sintesi, la vivisezione, dal punto di vista etico, deve essere abolita perché rappresenta un esempio di comportamento specista, gravemente lesivo di tutti i diritti che le più avanzate correnti di pensiero filosofico riconoscono agli animali; essa è un crimine in qualsiasi modo si tenti di giustificarla: che la si compia credendo di “far del bene all’umanità” o che la si compia, come spesso avviene, solo per interessi personali e di carriera.
In conclusione è sulla base di queste articolate motivazioni che nasce la presente proposta di legge e con la quale si intende vietare, su tutto il territorio regionale, l’allevamento, l’utilizzo e la cessione di animali ai fini di sperimentazione.”

Ci preme sottolineare che si dal titolo “Norme contro la vivisezione” il testo ha voluto essere una denuncia di una delle maggiori vergnogne umane, lo stesso Consigliere fa la seguente considerazione che non lascia adito a dubbi interpretativi:

“La parola “vivisezione” significa, letteralmente, “sezionare dal vivo”, cosa che non avviene certo in tutte le ricerche compiute sugli animali. Chi esegue esperimenti sugli animali preferisce usare il termine meno cruento di “sperimentazione animale” che non richiama altrettanto l’idea della violenza e della tortura anche se, in realtà, la sofferenza e la violenza sono presenti in modo forte e talvolta in misura anche maggiore dove non avviene la dissezione vera e propria (se eseguita in anestesia). Pertanto i termini “vivisezione e “sperimentazione animale” possono considerarsi come sinonimi.”

Una seconda considerazione è relativa al termina “specismo” che forse per la prima volta compare in un testo ufficiale di un progetto di legge in Italia, ciò appare come un passo fondamentale verso la piena legittimazione della filosofia antispecista da parte di chi ha responsabilità politiche e di governo. Tale passo – a prescindere dalle effettive ricadute che la legge avrà nella realtà della vivisezione nel nostro paese – l’impianto teorico generale è di considerevole rilevanza, e rappresenta un importante precedente che speriamo possa portare ad una crescita della visione antispecista in ambito sociale e culturale.

Auspichiamo che il testo della legge venga divulgato il più possibile e possa rappresentare un esempio anche per altre Regioni contribuendo al rinvigorimento del fronte antivivisezionista italiano.

Testo completo del Progetto di Legge
BUR Regione Friuli n° 7 del 17 febbraio 2010
Iter della Legge
Testo definitivo della Legge



(Leggi Tutto... | Appelli)

Animali che Passione Appelli Il gigante e il topino: la loro amicizia li ha salvati dall'inferno. Aiutiamoli
Postato da il Venerdì, 16 aprile @ 11:14:39 CEST (408 letture)

Il gigante e il topino: la loro amicizia li ha salvati dall'inferno. Aiutiamoli a trovare una casa!!!!


A tutti voi una bellissima storia che merita il lieto fine: li aiutiamo??? Grazie a tutti. Blanquito e Josè: all'inferno e ritorno. Li abbiamo strappati alla morte. A una fine orrenda: erano ammassati tra centinaia di altre creature condannate. Disperati. Costretti in fazzoletti di cemento tra i loro stessi escrementi senza cibo nè acqua nè luce. Tra guaiti e sguardi che ti straziano il cuore. Questi due angeli sono stati salvati dall'inferno delle : i gironi della morte spagnoli. Li chiamano ma non sono altro che l'anticamera della fine. In Spagna la vita dei cani randagi o abbandonati dai padroni vale meno di zero. Una volta accalappiati e sbattuti in questi antri dell'orrore hanno solo dieci giorni di tempo per sperare che avvenga il miracolo. Che qualcuno li reclami o lo riscatti. Altrimenti un'iniezione letale o la camera a gas porrà fine a quell'incubo. Hanno colpito i volontari perché non si separavano mai: Blanquito 30 kg di pelo e tenerezza teneva stretto a se quel mucchietto di ossa di Josè. Sempre insieme: si erano scelti. Protetti. Incoraggiati a vicenda. Così si sono fatti forza fino quando è avvenuto il miracolo: ce li hanno segnalati. E noi qui dall'Italia abbiamo fatto l'impossibile. E ci siamo riusciti: li abbiamo salvati. Fatti arrivare qui da noi al sicuro. Josè è stato ancora più fortunato del suo : per lui c'è già una bella famiglia pronto ad accoglierlo. Ora tocca a Blanquito: anche lui merita di essere felice. Deve esserlo! Quando a giorni il suo piccolo amico andrà verso la sua nuova vita per lui sarà dura. E' un cane DOLCISSIMO, perfetto con tutti: cani, gatti, bambini. E' GRATO, scodinzola sempre a tutti. Cerca coccole. E' già bravo al guinzaglio e con i bisogni. Praticamente perfetto. Facile da gestire. Vi prego aiutiamolo a essere felice per sempre. Sarà affidato solo dopo controlli pre e post adozione, firna dei documenti previsti dalla legge e impegno a restare in contatto nel tempo.
Per info contattate: 392/1338197 studiotiby@fastwebnet.it






(Leggi Tutto... | Appelli)

Animali che Passione Appelli cuccioli piccola taglia in cerca d'amore. marche
Postato da il Domenica, 11 aprile @ 14:53:51 CEST (469 letture)

Cuccioli Piccola Taglia in Cerca d'amore. Marche


Presso il canile di urbino sono stati ricoverati 10 cuccioli di taglia piccola, di cui 8 femmine e 2 maschi. Chi fosse seriamente interessato alla loro adozione può rivolgersi tutti i giorni presso il canile di cà lucio o chiamare il mattino al 3391197433






(Leggi Tutto... | Appelli)

Appello Appelli Come possiamo aiutare quest’uomo ed i suoi “figli”??
Postato da il Giovedì, 01 aprile @ 22:21:39 CEST (450 letture)

Come possiamo aiutare quest’uomo ed i suoi “figli”??


Ciao a tutti amici miei, Mi chiamo Giorgio Cannizzaro, ho 57 anni, e vivo a Trapani (Sicilia) sono un uomo solo, non sono sposato, non ho figli e mia madre è morta, la mia unica famiglia erano i miei 7 cani con cui vivevo in un appezzamento di terreno di mia proprietà, questi cani sono l’unica mia gioia di vivere, li ho raccolti ancora cuccioli per strada e sono diventati i miei compagni di vita… Lo scorso anno in seguito ad una segnalazione di qualche confinante, il sindaco di Trapani dove io risiedo, “Girolamo Fazio” ha emanato un’ordinanza nella quale invita agli organi di competenza: Comando di Polizia Municipale, ASP Servizio Veterinario, Servizio di abusivismo edilizio, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Ufficio dei servizi sociali, e.p.c alla procura della repubblica, ai carabinieri, e ASP igiene pubblica, di voler provvedere alle verifiche ognuno per la propria competenza. In data 25/01 c.a. vedevo allontanare forzatamente i miei figli (cani) dicendomi verbalmente che il luogo doveva essere ripulito e disinfettato dopodiché avrebbero provveduto a restituirmi i miei animali. Ho visto accalappiare i miei animali tremanti e terrorizzati, che guaivano e si dimenavano trascinati per il collo con quello che loro definiscono attrezzo da lavoro, ma che altro non è che un cappio, un fil di ferro che attorcigliato al collo si stringe sempre di più ogni qualvolta l’animale oppone resistenza a questa tortura, sollevati per il collo lasciandoli senza respiro come dei condannati a morte per impiccagione venivano infilati in un furgoncino dentro a delle piccolissime gabbie dove non era permesso loro il minimo movimento, ammassati me li sono visti allontanare e nonostante i miei sforzi di corrergli dietro (con la mia bicicletta unico mezzo di locomozione), si allontanavano sempre di più scomparendo alla mia vista appannata di lacrime. Sotto shock, e traumatizzato anch’io da ciò che avevano fatto ai miei figli, riuscì a raggiungere il canile solo mezz’ora dopo, tempo necessario in bici che si percorre da casa mia al luogo. Li vidi ancora strattonare e trascinare, legare loro la bocca con dei lacci per mettergli il cosiddetto microchip, di cui io non ero a conoscenza cosa fosse e che per avere un cane bisognava fare. Da quel giorno iniziò il mio calvario cominciai a regolamentare e fare tutto quello che c’era da fare nel mio terreno per cercare il prima possibile di portare i miei figli di nuovo a casa.Il giorno 1 febbraio dopo che avevo lavorato ininterrottamente giorno e notte, feci richiesta alle autorità competenti di farmi un nuovo sopralluogo per accertare il ripristino delle condizioni igienico sanitarie del luogo, e dunque della restituzione dei miei 7 cani, fu fatta una nuova ispezione questa volta solo dai vigili urbani, ma da quel momento in poi, mi accorsi che io e i miei cani eravamo stati vittime di un inganno, • Mi è stato riferito che il problema non era solo l’igiene, ma il numero dei cani per cui, vigili e veterinari volevano ritrattare dandomi solo 2 dei miei 7 cani, fino ad arrivare ad un accordo di 3 su 7, mi consigliavano di scrivere una rinuncia degli altri 4 che avrei dovuto lasciare al canile,…una volta divenuti di proprietà del comune, i cani automaticamente diventano cani randagi e come avviene sistematicamente vengono liberati sul territorio (abbandono legalizzato) falsa interpretazione della L.R 15/2000 che parla che un cane randagio accalappiato va sterilizzato e poi rimesso sul territorio.I miei cani sin da cuccioli hanno avuto riparo, cibo e cure sanitarie e messi su strada sarebbero un pericolo per loro stessi e per l’incolumità pubblica in quanto potrebbero attraversare la strada recando gravi incidenti . • Ho chiesto dunque l’accesso agli atti e la visione dei verbali del medico veterinario che me li sottraeva forzatamente, ma ad oggi, non hanno verbalizzato nulla, i miei cani non sono stati sottoposti a sequestro e credo a questo punto che mi siano stati sottratti abusivamente, giornalmente mi reco al canile a vedere i miei cani che di giorno in giorno dimagriscono, e hanno atteggiamenti nervosi e depressi, sono disperato, credo di essere vittima di ostruzionismo e di ingiustizia, non sono una persona istruita e vivo di quel poco lavoro che trovo di tanto in tanto presso privati ma ai miei cani non è mai mancato nulla, in quel luogo ormai deserto che è la mia casa vuota senza di loro io piango pensando alla festa che mi facevano al mio rientro, disperato chiedo aiuto a chiunque possa prendere le nostre difese, non so quanto io possa resistere ancora prendo la forza solo nella speranza che possano ritornare a casa un giorno, ma nel caso contrario come ho già detto dinanzi Vigili e Veterinari, preferirò uccidermi che vederli morire nel ciglio di una strada investiti perché il comune ha preferito abbandonarli che restituirmeli. Vi ringrazio di cuore per quello che vogliate fare in mio aiuto a nome mio e dei miei 7 cani.





(Leggi Tutto... | Appelli)

Animali che Passione Appelli PICCOLO E CIECO IN CANILE GIRA SU STESSO DA 3 ANNI!!Fw: QS POVERA CREATURA E' AN
Postato da il Giovedì, 01 aprile @ 22:15:44 CEST (490 letture)

PICCOLO E CIECO IN CANILE GIRA SU STESSO DA 3 ANNI!!Fw: QS POVERA CREATURA E' ANCORA IN CANILE!!!!!ROMA (MURATELLA) - CIEN CIECO ABBANDONATO A SE STESSO DA DICEMBRE 2007!!


Lui è Cien un tenero simil volpinetto cieco probabilmente abbandonato proprio a causa di questo suo handicap. L'abbiamo trovato che vagava su una strada super trafficata di Roma in balia di se stesso. Ora è al sicuro ma Cien non sopporta la vita del canile e si ribella tutto il giorno girando ripetutamente all'interno del suo box. Lui aspetta con fiducia una mano amica che lo riporti a casa. Vi prego aiutate questa povera creatura che ha tanto bisogno del calore umano.Cerchiamo persone con un grande cuore che possano regalargli giorni felici entrato il 12/12/2007 al canile di Roma muratella matricola 2272-07
SCRIVETE A RITA: loverdog@tiscali.it





(Leggi Tutto... | Appelli)

Iniziative Iniziative MERCATINO BENEFIT PER GLI ANIMALI
Postato da il Giovedì, 01 aprile @ 21:35:15 CEST (626 letture)

MERCATINO BENEFIT PER GLI ANIMALI

Sabato 10 e domenica 11 aprile Animal Freedom organizza un mercatino benefit presso la Sala degli Archi - Rimini - piazza Cavour. Orario: 9-13 / 15-19.30
Un incredibile (e divertente!) assortimento di oggetti selezionati con cura, dai libri alle cose per la casa, dalla bigiotteria ai giocattoli... tutto a prezzi bassissimi!
L'occasione giusta per fare l'affare e allo stesso tempo informarsi su tante tematiche animaliste e dare un aiuto concreto a chi di animali (non solo cani e gatti...) si occupa ogni giorno.




(Leggi Tutto... | Iniziative)

Animali che Passione Appelli CICCIO: RISPEDITO AL MITTENTE
Postato da il Martedì, 23 marzo @ 23:02:47 CET (441 letture)

E' RITORNATO!!! RISPEDITO AL MITTENTE!!! Ciccio, giovane e dolce molossoide, cerca nuovamente casa - Parma


Mi chiamo Ciccio e la mia vita non è iniziata proprio bene
Sono nato in uno sfasciacarrozze e intorno a me cerano solo rottami, forse il posto non era il massimo, ed al mio padrone non importava molto di me, ma la mia vita era libera…vivevo tra lì e un grosso parco dove tutti mi conoscevano e mi coccolavano…
Ogni tanto facevo finta di avere un padrone amorevole anche io e mi accodavo agli altri cani in passeggiata con i loro padroni..
Un giorno mi sono allontanato per colpa dell'amore….eh si… ho deciso di corteggiare quella bella cagnetta che mi aveva fatto perdere la testa fermandomi sotto casa sua per qualche giorno..
Cosa non si fa per amore!!
La gente per la strada mi guardava spaventata, si è vero il mio corpo è grande e se abbaio esce un gran vocione, ma se avessero provato ad andare oltre si sarebbero accorti che dentro di me cè solo un cucciolo, più spaventato di loro.
Ma come si fa a spiegarlo a chi non vuole vedere?
Ora vivo in una gabbia di un canile, il mio padrone non verrà a prendermi..
Ora, la disperazione è la mia agonia..
Eh si…la disperazione di stare chiuso in un box….la disperazione di chi a soli 10 mesi si ritrova a non poter giocare a non poter assaporare la gioia di correre liberamente..
Sono una taglia grande, grande come il mio cuore pieno di dolcezza e tenerezza, pieno di voglia di condividere e dare tutta la devozione che un cane può.
Ciccio ha circa 12 mesi, maschio sterilizzato e microchippato, taglia grande derivato molossoide.
Attualmente  si trova in una pensione di  Parma, ma è adottabile al centro/nord Italia con firma del modulo di affido e disponibilità a controlli.
In caso di adozione in casa con giardino è necessaria una recinzione di altezza adeguata alla sua mole.
Per qualsiasi informazione contattare:

3397755954 - 3475879364 o scrivere a datemiunazampa@gmail.com

Per i contatti via mail si prega di lasciare nome, un recapito telefonico e città di residenza.

Sito web: www.datemiunazampa.com

--
Raffaella 347.5879364
Nina 3397755954
datemiunazampa@gmail.com
www.datemiunazampa.com



(Leggi Tutto... | Appelli)

Animali che Passione Appelli LAPO
Postato da il Martedì, 23 marzo @ 22:43:37 CET (451 letture)

LAPO


Spinoncino taglia media molto contenuta. Abbiamo una settimana di stallo. Se non gli troviamo una casa sabato 27 entrerà in canile! Fate girare per favore. Dopo una visita Veterinaria, anche per il controllo del microchip che non è stato trovato, abbiamo saputo che LAPO ha 2 anni massimo ed in buonissima salute. E' molto mansueto e simpatico. Preferisce stare fuori ma, può stare anche in appartamento. Viene affidato vaccinato, castrato e microchippato.
Per info e adozioni EMANUELA 347.5256935 (Oppure Sonia 333.2772597






(Leggi Tutto... | Appelli)

Animali che Passione Appelli Giulia... le hanno sparato.
Postato da il Martedì, 23 marzo @ 22:29:05 CET (553 letture)

Giulia... le hanno sparato.


Ai primi di marzo è arrivata al canile , Giulia una piccola DEUTSCHE JAGDTERRIER di circa 3 anni orribilmente ferita al muso e alla zampa ant.dx. Era stata trovata ai bordi di un bosco in un primo momento sembrava fosse stata investita, poi dopo una visita e tutta una serie di lastre la diagnosi fu terribile, le avevano sparato in bocca. Oggi Giulia è priva dell'occhio sx, ha la mandibola maciullata ed è stata ricostruita chirurgicamente che dovrà tenere fino a che l'ossatura tornerà forte per permetterle di nuovo di mangiare. I tendini della zampa ant. dx sono stati lesi e oggi ha una fasciatura che l'aiuta a camminare. Sicuramente dopo la cura Giulia tornerà una cagnolina senza nessun handicap, l'associazione cerca una persona sensibile che voglia seriamente adottare Giulia. Per qualsiasi informazione o richieste di adozione chiamare al 3391197433 massimo.maderi@tele2.it







(Leggi Tutto... | Appelli)

Appello Appelli EMERGENZA!.....NAPOLI: CANI ABBANDONATI ALLA CATENA E MALTRATTATI.. CON IL COLLO
Postato da il Martedì, 23 marzo @ 22:09:14 CET (1784 letture)

EMERGENZA!.....NAPOLI: CANI ABBANDONATI ALLA CATENA E MALTRATTATI.. CON IL COLLO LACERATO . NON C'E' MAI TREGUA...


Ennesima situazione di emergenza a Napoli... in prossimità del terreno dove vive Enea,il senzatetto che aiuta come può cani adulti e cuccioli per cui abbiamo già lanciato degli appelli, vivono i cani che vedete in queste foto, alcuni liberi, altri legati a catena, ma tutti abbandonati al loro destino... purtroppo infatti sono tutti in condizioni di abbandono totale, sono magri e malmessi, nessuno porta loro da mangiare e Lucia ed Enea stanno cercando di fare qualcosa. Abbiamo bisogno di cibo soprattutto, sia umido che secco, per far prendere peso un po' a tutti, poi avremmo bisogno di qualche adozione, in modo particolare per Lavinia, la giovane cagnetta bionda che vive sempre legata ad una catena.. stesso destino per il rottweiler che vedete, la sua situazione è anche peggiore, perché come vedete dalle foto, il collare è così stretto che gli sta lacerando la carne del collo e la sta infettando... Lucia sta cercando di intervenire nella maniera più adeguata ma non è facile, perché il cane si dimostra aggressivo, probabilmente a causa del dolore che prova...? Chiunque possa essere di aiuto, fornendo pappe, contributi economici, adozioni e anche uno stallo adeguato per questi cani, soprattutto per il rottweiler, può contattare Lucia al 3482698513 oppure all'indirizzo mail lucia.d@libero.it
per inviare aiuti economici: POSTEPAY numero 4023600458286624 intestata a LUCIA DI FRAIA IBAN IT05 U030 3240 1010 0000 0011 728 LUCIA DI FRAIA
Grazie a tutti voi che non ci abbandonate mai, grazie per il vostro aiuto!










(Leggi Tutto... | Appelli)

512 articoli (52 pagine, 10 per pagina)
[ 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 ]
 
Firma per gli animali

FIRMA LA PETIZIONE "CANI E BENI DI LUSSO"?



FIRMA LA LETTERA AGLI EURO PARLAMENTARI CONTRO LA VIVISEZIONE
Abolizione della vivisezione didattica

FIRMIAMO PER I CANI E I GATTI DELLA SPAGNA

Sign for Il massimo della pena alle 2 assassine di Milano


ABOLIZIONE PATE' DE FOIE GRAS

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

La Storia di Oggi
Ancora Nessun Articolo.

Articoli Vecchi
Lunedì, 12 marzo
· ROUGE
Domenica, 11 marzo
· cecilia.
· facciamole passare gli ultimi anni in una famiglia....
· AIUTIAMO I COMPAGNI DI VITA DI GIANCARLO....
·
· BIAGIO CANILE DI LATINA
Sabato, 10 marzo
· Volontari siciliani sempre al fianco dei nostri amici a 4 zampe... Aiutaci anche
Giovedì, 02 febbraio
· KORA, 8 MESI, 10 KG!
· CIQUITA, BELLISSIMA SETTER DI 1 ANNO CERCA CASA!
Mercoledì, 01 febbraio
· BILANCIO ECONOMICO 2011

Articoli Vecchi

Informazioni

Logo TV animalista

GRUPPO DI STUDIO SULLE TRADIZIONI VIOLENTE

Chi li ama ci segua

I cani di Erica

Gruppo Le Aquile Rimini, Unità Cinofila da Soccorso.

Sito del rifugio Ulmino

Sito del Canile di Coriano

Sito Associazione Animal Liberation

Avere un Animale

Abotta un Bull!

Sito per gli animali disabili

Associaizone Oltre la Specie

S.O.S. Adozioni Cani

Gruppo Spillo

Sito SAVE THE DOGS

Sito LEGA PER L'ABOLIZIONE DELLA CACCIA



Sito LIDA sezione di Olbia

Sito Arcabaleno



HOME

Argomenti

Archivio Articoli

Chi Siamo

Cerca

Domande più frequenti

Contenuti

Downloads

Web Links

Top 10

Invia News

AvantGo

Sondaggi

Contatti

Come Sostenerci

Passaparola

Giornale

Profilo Utente


Contattaci. Contattaci.

Contatore visite gratuito

IL sito è curato e realizzato da Ivan Innocenti


godaddy stats
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.34 Secondi