Benvenuto su Animali che passione Offri il tuo contributo in denaro per sostenerci.
Iscriviti alla associaizone e diventa uno di noi
Mi Vuoi Morto? Attenzione alle truffe sui cuccioli
Condividi
Cerca

HOME

Argomenti

Archivio Articoli

Chi Siamo

Cerca

Domande più frequenti

Contenuti

Downloads

Web Links

Top 10

Invia News

AvantGo

Sondaggi

Contatti

Come Sostenerci

Passaparola

Giornale

Profilo Utente


Pepe consiglia di iscriversi
...amici è nata DNA Rimini...io corro a iscrivermi!!!


La mappa per i nostri amici animali a Rimini
Visita la nostra mappa e contribuisci segnalando i punti di interesse
Visualizza Canili e Animali a Rimini in una mappa di dimensioni maggiori

Il caso Sgambamento a Rimini
Guarda il nostro progetto "Sgambamento canile di Rimini"

Utenti in Linea Ora
In questo momento ci sono, 161 Visitatori(e) e 50 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Gatti nel Canile di Rimini
Gatti nel Canile di Rimini

Canile di Vallecchio

Cani del Canile di Vallecchio


Menù
· Home
· Archivio Articoli
· Argomenti
· AvantGo
· Cerca
· Contatti
· Contenuti
· Domande più frequenti
· Downloads
· Forums
· Giornale
· Invia News
· Messaggi Privati
· Passaparola
· Profilo Utente
· Sondaggi
· Statistiche
· Top 10
· Web Links

Filmati
Abbandono animali RTV San Marino


Canile di Coriano
Prima parte


Canile di Coriano
Seconda parte


Abbandono Animali
Primo tempo


Abbandono Animali
Secondo Tempo




Logo TV animalista

Video Gli orrori della produzione di uova

Video Stop alla sofferenza degli animali nei circhi

 
Animali che passione: Notizie ricevute e publicate

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute FINALMENTE CHIUDEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Postato da il Giovedì, 28 aprile @ 21:06:05 CEST (534 letture)

Cicerale il mausoleo dell’orrore chiude

finalmente chiudeeee

Chiliamacisegua divulga con commozione questo comunicato che pone una pietra tombale sugli orrori di Cicerale.

Chiliamacisegua è stata in prima linea in questa lunga battaglia, fin da settembre del 2008, quando portò Cicerale come macroscopica indecente illegalità, che perdurava da decenni, da sottoporre all’on Francesca Martini, che volle il tavolo tecnico a Milano con le Associazioni e  i volontari.

Il ricordo dei cani, a migliaia, passati per l’inceneritore dell’Oasi Ciceralensis e riuniti ora, a branchi liberi e finalmente felici sul  ponte dell’arcobaleno, potra’ essere meno straziante.

Chiliamacisegua

www.chiliamacisegua.org

 

Comunicato

Domani con la Task Force fuori l’ultimo cane dal canile lager di Cicerale

A quasi due anni dalla revoca dell’autorizzazione sanitaria –avvenuta il 25 maggio 2009- in un mese di aprile che ha visto finalmente l’apertura formale del dibattimento nei confronti di Mauro Cafasso, il Ministero della Salute – che si è costituito parte civile nel processo assieme alle associazioni - accoglie l’invito della Lega Nazionale per la Difesa del Cane e torna presso il canile “Ciceralensis” nella tarda mattinata di venerdì 29 aprile 2011.

“Rosalba Matassa coordinatrice, Stefania Piazzo componente Task Force per la tutela degli animali d’affezione, istituita dal Sottosegretario di Stato on.le Francesca Martini, tornano a Cicerale, e accompagneranno verso la libertà l’ultimo cane rinchiuso nella struttura – riferisce Laura Rossi Presidente LNDC-. Accanto a loro ci saranno tutte le associazioni che combattono il sistema dei canili lager. Non a caso ciò avviene nel mese di aprile quando finalmente è iniziato un processo atteso fin dal 1980. Si tratta di un appuntamento importante che segue la grande catena umana attorno al canile del 28 febbraio 2009 che diede nuovo impulso alla battaglia per la legalità ancora in corso”.

Una battaglia che ha dato i suoi frutti grazie all’attività ispettiva del ministero, fortemente sostenuta dal sottosegretario Martini e alimentata da inchieste giornalistiche che hanno contribuito a segnare una svolta accanto ai volontari sul territorio.

Oltre alla Lega Nazionale per la Difesa del Cane anche LAV, Associazione Canili Lazio, Animals Asia Foundation,Oipa ed Enpa fanno parte del coordinamento legale che si batte per la chiusura effettiva della struttura insieme a Chiliamacisegua, alle associazioni e sezioni locali quali Associazione Zoofila Salernitana le sezioni locali Aipa ed UNA e tutti quei privati cittadini che di quella montagna hanno fatto il personale Golgota.

L’appuntamento è quindi alle 11 di venerdì 29 aprile presso il “Canile Ciceralensis”.


Piera Rosati
dir. Ufficio Comunicazione e Sviluppo LNDC
comunicazione.sviluppolndc@gmail.com

Lega Nazionale per la Difesa del Cane

 

Cicerale raccontato da Chiliamacisegua

http://www.chiliamacisegua.org/2011/04/05/cicerale-i-tempi-della-giustizia-di-vallo-della-lucania/

Cicerale: i tempi della giustizia di Vallo della Lucania

 

http://www.chiliamacisegua.org/2010/03/29/cicerale-cafasso-rinviato-a-giudizio/

Cicerale: Cafasso rinviato a giudizio aggiornamento




(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute lettera di un impiegato delle perrera
Postato da il Giovedì, 17 marzo @ 17:10:49 CET (839 letture)

LETTERA DI UN IMPIEGATO IN UNA PERRERA

 

Sono un impiegato del “Controllo Animale” in un piccolo paesino. Ho 35 anni e lavoro per il municipio, con varie mansioni, fin da quando frequentavo la scuola media. Sì, sopprimo cani e gatti per guadagnarmi la vita. Qui non c’è molto lavoro e lavorare per il comune significa guadagnare bene, soprattutto per una persona come me che non ha fatto studi superiori. Sono la persona su cui tutti voi scrivete cose orribili. Sono io quello che ammazza cani e gatti facendoli soffrire. Sono io quello che raccoglie i loro corpi senza vita, che emanano odore di monossido di carbonio, e li butto dentro quelle borse di plastica nere. Però sono anche quello che odia il suo lavoro e odia quello che deve fare. Tutti voi che mi giudicate, non fatelo. Dio mi sta già giudicando e io sono consapevole che andrò all’inferno. Non voglio mentire, è un lavoro infame, crudele e io mi sento come un assassino seriale. Però non sono totalmente colpevole; se la legge rendesse obbligatoria la sterilizzazione degli animali, molti di questi cani e gatti non sarebbero qui a farsi sopprimere da me. Sono il demonio, ma voglio che tutti voi conosciate anche l’altra faccia dell’ “uomo delle camere a gas”. In generale, il centro antirabbica compie le soppressioni nelle camere a gas il venerdì mattina.

Il venerdì è il giorno più atteso dalla maggior parte delle persone, ma per me è il più odiato e vorrei sempre che il giorno si fermasse il giovedì notte. Ogni giovedì, a notte inoltrata, quando non c’è nessuno, il mio amico ed io andiamo in un fast-food e spendiamo 50 euro in hamburger, patatine fritte e pollo. Ho l’obbligo di non alimentare i cani il giovedì perché mi dicono che poi la camera a gas diventa un porcile e sarebbe uno spreco di cibo. Così, ogni giovedì notte, con la luce ancora spenta, vado nella stanza più triste che ciascuno di voi possa immaginare, e lascio che i cani e i gatti condannati a morte escano dalle loro gabbie. Il mio amico ed io apriamo le buste degli hamburger e dei sandwich di pollo e li diamo a questi cani affamati e magri. Ingoiano il cibo talmente in fretta che credo non sappiano neanche di che cosa sanno. Muovono le code e alcuni non mangiano, si mettono a pancia all’aria perché gli accarezzi il pancino. Iniziano a correre, a saltare e ci baciano. Vanno a mangiare un po’ e poi tornano vicini a noi. Ci guardano tutti con confidenza e speranza, le loro code si muovono così rapidamente che alla fine ho le gambe piene di lividi. Divorano la pappa…e poi sono pronti a divorare un po’ di pace e amore. Io e il mio amico ci sediamo sul pavimento, sudicio e macchiato di pipì, lasciamo che ci saltino addosso, che si mettano seduti sulle zampine posteriori per giocare con noi e anche fra di loro. Alcuni si leccano a vicenda, però la maggior parte rimane appiccicata a me e al mio amico. Guardo negli occhi ogni cane. Ad ognuno do un nome. Non moriranno senza avere un nome. Ad ognuno di loro dedico 5 minuti di amore e coccole incondizionate. Gli parlo e gli dico che mi dispiace molto che domani agonizzeranno a lungo, che moriranno in modo spaventoso e cruento dentro la camera a gas. Alcuni muovono le testoline per cercare di capire quello che sto dicendo. Gli dico che andranno in un posto migliore, li prego di non odiarmi. Gli dico che so che andrò all’inferno, ma che loro potranno giocare con tutti gli altri cani e gatti in cielo. Dopo circa 30 minuti, prendo i cani e li metto nelle loro gabbie stracolme di feci; li accarezzo e solletico il loro mento. Alcuni mi danno la zampa e io voglio solo morire. Chiudo le gabbie e chiedo ad ognuno di loro di perdonarmi. Dormiranno col pancino pieno e una falsa sensazione di sicurezza. A quel punto, sono le 5 del mattino, mancano 2 ore al momento in cui farò morire asfissiati i miei amici nella camera a gas. Vado a casa, mi lavo, prendo le mie 4 pillole contro l’ansia e mi metto in macchina per tornare al lavoro. Non mangio, non posso mangiare. E’ arrivato il momento di mettere questi animali nella camera a gas. Mi metto i tappi nelle orecchie per non sentire i rumori e quando vado a prendere i cani e i gatti…mi saltano addosso x baciarmi, pensano che giocheremo ancora insieme. Li metto nella gabbia mobile e li porto alla camera a gas. Loro non sanno nulla, ma possono sentire l’odore della morte, della paura. Iniziano a gemere appena li metto nella camera a gas. Il mio capo mi chiede di metterne il maggior numero possibile per risparmiare il gas. Mi osserva. Sa che lo odio, che odio il mio lavoro. Faccio quello che mi chiede. Lui guarda come tutti i cani e i gatti (tutti ammucchiati) si mordono e gridano. Il suono è ammortizzato dai tappi per le orecchie. Lui va via, io prendo il gas e mi allontano il più rapidamente possibile. Vado verso il bagno, prendo uno spillo e mi buco fino a sanguinare. Perché lo faccio? Perché il dolore e il sangue cancellino dalla mia mente quello che ho appena fatto. Dopo 40 minuti devo tornare per ritirare le carcasse. Prego perché nessuno sia sopravvissuto, cosa che succede quando metto troppi animali nella camera a gas. Li raccolgo con i guanti e l’odore del monossido di carbonio mi urta come quello del loro vomito, del loro sangue e dei movimenti involontari dei loro corpi. Li prendo e li metto nelle borse di plastica. Dico a me steso: “Ora sono in cielo”. Dopo pulisco tutta la sporcizia che TUTTI VOI avete prodotto per non aver voluto sterilizzare i vostri animali. La sporcizia che TUTTI VOI avete prodotto per non aver preteso che questo lavoro venga fatto da un veterinario e in modo più umano.

VOI SIETE I CONTRIBUENTI, VOI DOVETE ESIGERE CHE TUTTO QUESTO ABBIA FINE!

Per cui non chiamatemi “mostro”, “demonio” o “boia”, chiamate demonio il vostro governo, quelli che sono responsabili di tutto questo.

Cazzo! Chiamate il presidente e PRETENDETE CHE TUTTO QUESTO FINISCA!

Come sempre, anche questa notte prenderò le mie pastiglie per dormire, per poter soffocare le grida che ho ascoltato prima di scoprire i tappi per le orecchie. Salterò e rabbrividirò nel sonno, pensando di avere le allucinazioni.

Questa è la mia vita, non giudicatemi, credetemi, mi sono già giudicato a sufficienza.




(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute SPAGNA - CONTINUA IL MASSACRO - Cagnolini di TAGLIA PICCOLA PRONTI A MORIRE
Postato da il Domenica, 07 novembre @ 20:09:07 CET (588 letture)

Link da condividere su facebook:

Ecco i nuovi condannati a morte di loro non sappiamo nulla se non che sono tutti di taglia piccola o media, per salvarli non ci serve denaro nè pensione solo ADOZIONI !Abbiamo pochi giorni

Scriveteci a progettoanimalistaperlavita1@gmail.com

Se avete domande su sesso età e carattere le inoltreremo in Spagna.

AIUTATECI A SALVARLI HANNO I GIORNI CONTATI

Simona Busto

www.progettoanimalistaperlavita.org

 

 

Progetto Animalista per la Vita Onlus



(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute DA ULMINO: UN AMORE GRANDE
Postato da il Martedì, 02 novembre @ 21:24:59 CET (597 letture)

COME ABBIAMO SCRITTO NEL VIDEO, AVREMMO TANTE STORIE DA RACCONTARE,
MA è UN PERIODO DAVVERO DIFFICILE E CUPO
E IL TEMPO NON C'è MAI PER FARE TUTTO CIò CHE VORRESTI...
A VOLTE IL PESO è COSì GRANDE CHE I NOSTRI CUORI
NON HANNO NEANCHE PIù LA FORZA DI GRIDARE, RIMANGONO AMMUTOLITI.
ABBIAMO TANTI ALTRI "AMORI GRANDI" DA RICORDARE,
CI PERDONERANNO SE PER LORO NON ABBIAMO FATTO QUESTO.
A VOLTE SI TROVA LA FORZA, A VOLTE NO,
MA SIAMO CERTI CHE TUTTI LORO SANNO DI AVERE UN POSTO SPECIALE NELLE NOSTRE ANIME.
 
PER VOI:
OLMO,
UN AMORE GRANDE.
 
 
ULMINO



(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute Hanno ucciso Angelo Vassallo Sindaco di Pollica
Postato da il Sabato, 11 settembre @ 12:34:34 CEST (769 letture)

Sent: Tuesday, September 07, 2010 2:56 PM
Subject: Hanno ucciso Angelo Vassallo Sindaco di Pollica

Hanno ucciso Angelo Vassallo Sindaco di Pollica



(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute VALLE D'AOSTA.. L'ITALIA CHE PRETENDIAMO E' QUESTA!!!
Postato da il Domenica, 11 luglio @ 20:46:20 CEST (636 letture)

VALLE D’AOSTA: L’ITALIA CHE PRETENDIAMO È QUESTA!

Ne vogliamo parlare?

Della Valle D'Aosta e dello schiaffo in faccia che il suo Consiglio Regionale  da’ con tutta la mano, alle Regioni, ai Governatoretti, (un nome a caso, Giuseppe Scopelliti-Calabria) ai Comuni, ai Sindachetti  ( un nome a caso, Luigi Bobbio-Castellamare di Stabia) della nostra penisola che, indifferenti alla immagine da peracottari che offrono di se' e del territorio che governano ( un eufemismo, governare in politica è altra roba), sono più occupati di mantenere attaccata la sedia sotto al loro boffice  che preoccupati di operare per lo sviluppo della civiltà e del progresso ?

E' la Valle D'Aosta parte dell'Italia attuale o anticipo dell'Italia del futuro?

Avvertite i tipini fini della Calabria, della Campania, della Basilicata, della Sicilia, del Lazio, della Puglia, della Sardegna, della Lombardia, della Liguria, della Toscana, della Marche, dell’Abruzzo e Molise, dell’ Emilia e Romagna, del Veneto, del Piemonte, del Friuli Venezia Giulia, del Trentino: CHE L'ITALIA CHE PRETENDIAMO, E' QUESTA!

Una ola per la Valle D’Aosta!

Ah, già, è una Regione Autonoma!

Chiliamacisegua

www.chiliamacisegua.org

 

http://www.regione.vda.it/default_i.asp

Valle D’Aosta

Giunta Regionale

La Giunta Regionale

I componenti della Giunta

Presidente:

Augusto Rollandin

AUGUSTO ROLLANDIN
(Union Valdôtaine)

Assessori: 

Giuseppe Isabellon

GIUSEPPE ISABELLON - Agricoltura e risorse naturali
(Union Valdôtaine)

Pastoreret Ennio

PASTORET ENNIO - Attività produttive
(Union Valdôtaine)

 

Lavoyer Claudio

LAVOYER CLAUDIO - Bilancio, finanze e patrimonio
(Fédération Autonomiste)



Vièrin Laurent
VIÉRIN LAURENT - Istruzione e cultura
(Union Valdôtaine)


Vièrin Marco

VIÉRIN MARCO - Opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica
(Stella Alpina)

 

Lanièce Albert

LANIÈCE ALBERT - Sanità, salute e politiche sociali
(Union Valdôtaine)

 

Zublena Manuela

ZUBLENA MANUELA - Territorio e ambiente
(Union Valdôtaine)

 

Marguerettaz Aurelio

MARGUERETTAZ AURELIO - Turismo, sport, commercio e trasporti
(Union Valdôtaine)

 

I FATTI

http://www.geapress.org/randagismo/valle-daosta-nuova-normativa-per-i-randagi-e-divieto-assoluto-di-compiere-esperimenti-su-animali/1905

Valle D’Aosta: nuova normativa per i randagi e divieto assoluto di compiere esperimenti su animali.

di redazione | 06 luglio 2010

I FATTI

GEAPRESS – La Valle D’Aosta è pronta per dar vita ad una nuova normativa regionale a tutela degli animali di affezione.

La PdL che andrà a modificare la Legge regionale 14/’94 è stata approvata dalla Giunta ed ora è al vaglio del Consiglio regionale.

Nella PdL, che ha come obiettivo, in assonanza con  la LQ 281/’91 il rispetto degli animali di affezione e la prevenzione del randagismo, sono contemplati numerosi obblighi  per i Comuni.

I Comuni dovranno dotarsi di aree verdi attrezzate per i cani, dovranno garantire la sterilizzazione dei gatti liberi, dovranno vietare l’accattonaggio con cuccioli che hanno meno di 4 mesi di età e l’ utilizzo come premi o vincite di giochi; dovranno vietare, inoltre, l’ amputazione di code ed orecchie. Infine sarà rigorosamente vietato trasportare cani e gatti all’ interno di portabagagli.

Ma soprattutto la Regione varerà il divieto assoluto di compiere esperimenti sugli animali vivi.

Sul benessere degli animali vigilerà un’ apposita Commissione Regionale.

La predisposizione del testo della PdL è frutto della concertazione durata da gennaio a maggio 2010 tra Assessorato Regionale alla Sanità, la ASL e le associazioni animaliste presenti nel territorio.

Certamente si tratta di una PdL avanzata nei contenuti e rispettosa dei diritti degli animali.

La Valle D’Aosta, inoltre, secondo dati diffusi dall’ ANSA ha meno di 150 randagi, solo 180 cani nei canili pubblici e circa 25mila cani iscritti all’ anagrafe canina: un bell’ esempio per le altre Regioni! (GEAPRESS).



(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute I DIARI DI ROKKE
Postato da il Giovedì, 24 giugno @ 18:24:59 CEST (653 letture)

 Dal sito Fotografando la vita

http://fotografandolavitablog.blogspot.com/2008/07/i-diari-di-michelle-rokke-huntingdon.html

I Diari di Michelle Rokke - Huntingdon Life Sciences

Dal diario di RokkeNel 1996 Michelle Rokke trascorre alcune settimane come infiltrata nel laboratorio di vivisezione di HLS (vedi il post HLS - Huntingdon Life Sciences) del New Jersey (USA) e tiene dei diari in cui registra quello che ogni giorno vede: la sofferenza degli animali, l'incuria dei tecnici e dei medici, l'incompetenza e la cattiva fede, il menefreghismo e la mancanza della seppur minima sensibilità e rispetto verso gli animali utilizzati.

I Diari dimostrano, con i fatti più che con mille teor
ie, quanto inutile sia la sperimentazione su animali da un punto di vista scientifico, e come, anche se potesse essere utile in teoria, non lo è comunque nella pratica per come gli esperimenti vengono eseguiti. Dimostrano non tanto la crudeltà di pochi, ma l'incuria e il disprezzo con cui gli animali sono normalmente, da tutti, trattati, e la loro infinita sofferenza. Da leggere, per sapere cosa accade veramente in tutti i laboratori di vivisezione del mondo.

Dimostrano che questa pratica, che l
a si chiami “sperimentazione animale o che la si chiami “vivisezione” non può essere tollerata.



Huntingdon Life Sciences (HLS) è uno dei più grandi laboratori di vivisezione per conto terzi che esista in Europa. Vale a dire, un posto a cui le aziende chimico-farmaceutiche, quelle che producono cosmetici, detersivi o ogni altro prodotto di largo consumo che contiene sostanze chimiche, si rivolgono per effettuare i cosidetti “test di tossicita’”, test che vengono svolti avvelenando in vari modi centinaia di animali con le sostanze chimiche da provare.

In HLS vengono uccisi a questo scopo 500 animali al giorno, per i test di sostanze come erbicidi, additivi alimentari, farmaci, e ogni altro prodotto chimico.

HLS è stato denunciato almeno 5 volte nel corso degli ultimi 15 anni, per crudeltà verso gli animali e per mancato rispetto delle leggi. Le denunce sono state effettuate grazie a investigazioni segrete portate avanti da infliltrati che si sono fatti assumere come dipendenti di HLS. La terza di queste investigazioni è stata compiuta nel 1996 nello stabilimento di HLS del New Jersey (USA), da Michelle Rokke, la quale ha tenuto per tutte le settimane di permanenza in HLS dei diari quotidiani, diventati in seguito noti semplicemente come “I Diari di Michelle Rokke”, in cui registrava quello che ogni giorno vedeva: la sofferenza degli animali, l’incuria dei tecnici e dei medici, l’incompetenza e la cattiva fede, il menefreghismo e la mancanza della seppur minima sensibilità e rispetto verso gli animali utilizzati.

Questi Diari parlano da soli, non c’è bisogno di commento.
Ma un’importante riflessione va fatta: non è solo in HLS che succedono queste cose, perché i laboratori di vivisezione, in ogni parte del mondo, sono gli stessi. Si fanno gli stessi test, ci sono lo stesso tipo di persone che ci lavorano. Non è verosimile che solo in HLS accada questo mentre in tutti gli altri laboratori del mondo, Italia compresa, i vivisettori siano persone ammodo che mai farebbero del male a un animale e che “ospitano” nelle condizioni più confortevoli animali di ogni specie, come loro vorrebbero farci credere. Non sta in piedi, non è possibile. Gli esperimenti che si fanno sono gli stessi dappertutto, e le regole, la prassi, il tipo di gabbie, sono sempre uguali, in ogni posto del mondo.

Tenetelo a mente

Nella versione originale del manoscritto sono citati i nomi di notissime multinazionali che producono farmaci e svariati prodotti di largo consumo che si trovano in tutti i supermercati (detersivi, prodotti per l’igiene personale, cibi per animali, prodotti alimentari per il consumo umano) che sono stati (e/o lo sono ancora) clienti di HLS. Per motivi legali non è stato possibile riprodurre questi nomi, ma solo la loro iniziale. è però possibile sapere di chi si tratta in un modo molto semplice, basta cercare sul web con un qualsiasi motore di ricerca, le parole: “michelle rokke” diary - Si risalirà così alla versione in inglese completa dei nomi di queste notissime marche.
 
 
 
 
 
Qui per un consumo consapevole e cruelty free
 
 
Perché Consumo Consapevole

Premessa
Le nostre abitudini di vita e le nostre scelte alimentari hanno grande influenza e producono gravi ripercussioni sull’ambiente, sulle persone che vivono al di sotto del livello minimo di sussistenza, sugli animali. Rappresentano infatti la causa preponderante dei danni all’ecosistema e della fame nel mondo, contruibuiscono al massacro di oltre 48.000.000.000 (quarantotto miliardi!) di animali ogni anno, pesci esclusi, ai fini della sola alimentazione umana.

Il problema della sperequazione alimentare (ogni giorno muoiono per fame 24.000 persone circa) e degli squilibri ambientali non è però dovuto ad un'insufficiente produzione di cibo, quanto all'iniqua distribuzione e allo spreco delle risorse alimentari disponibili, legata in modo diretto ai modelli alimentari e di produzione propri dei Paesi ricchi, dove il consumo di prodotti di origine animale è a dir poco smodato.


Il Consumo Consapevole

Per Consumo Consapevole si intende quindi il prendere coscienza della necessità di acquistare prodotti che riducano al minimo le cause della sottoalimentazione e i danni inferti all’ambiente, valutando nel contempo la sofferenza che talune scelte e abitudini infliggono agli altri animali.
 
 
 
 
VIDEO
 
LA PAPPA PURTROPPO E' PRONTA [HQ]
Questo è quanto è stato ripreso nei laboratori IAMS EUKANUBA. Ai cani è stato eliminato un rene e danneggiato l'altro. In seguito alimentati co mangime per cani con problemi renali. A fine test i cani furono riaperti per controllare il risultato. Poi... sono passati per il camino!
Questo è successo e succede per tutte le "Grandi" marche, quando ho montato il video ho preferito mettere una colonna sonora a tema, per non sentire il vero audio... che viene dall'inferno!
 
 
VIDEO
 
Britches, scimmia salvata dalla vivisezione
Questa è la storia di Britches, un cucciolo di macaco che dei vivisettori avevano destinato ad un esperimento crudele quanto inutile cucendole gli occhi per chiuderli.
Per fortuna un gruppo del fronte di liberazione animale - animal liberation front - fece irruzione nel laboratorio traendola in salvo e addirittura trovandole una madre adottiva.
Il video risale al 1985 ed è prodotto dalla PETA TV. Anche se alcuni volontari della PETA sono stati scoperti ad uccidere animali, questo video merita di essere visto (inoltre è girato in epoche non sospette).

Finchè ogni gabbia non sarà vuota.


(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute Angelica e la sua Rinascita...
Postato da il Giovedì, 24 giugno @ 17:41:43 CEST (738 letture)

"Fra preparati" Così mi dice Fede...

Noi non andiamo in vacanza, noi non andiamo in ferie:

Noi andiamo in giro per i canili lager, per cercare di tirar fuori più animali possibili e li troviamo tutti in condizioni pietose.

La scelta è difficilissima. Ne salviamo uno alla volta.

Da sole, perché dalle nostre parti, i cani valgono un cecio secco.

Ci aiuta il web, ci aiutano le volontarie.

E finita una tragedia, con l’happy end di una adozione, ne comincia subito un'altra.

Spesso quando ritorniamo per dare speranza a quello che avevamo messo in conto di salvare, non lo troviamo più.

E’ già morto.

Pfui, scomparso.

Inghiottito dall’indifferenza, la sua vita senza valore ( ma ha fruttato l’introito di un tot per la convezione al gestore del canile) e la sua morte senza conforto.

La dannazione, la rabbia, il senso di colpa, mi mangiano l’anima.

.....Angelica: non ho la forza di descrivere quanto ho visto.

Le foto, vi assicuro che non rendono in misura adeguata lo scempio su quel povero corpicino immobile.

Lei era Angelica, femmina di circa 4/5 anni.

Senza più un filo di grasso o muscolo attaccato al corpo.

….. La porto di corsa dal veterinario. La sua espressione dice tutto: è incredulo!

Le unghie? Non so avete presente le corna di un Ariete?

Ecco la stessa cosa aveva alle zampe la piccola Angelica...tutte e 4 le zampe!

Unghie lunghissime che facevano almeno un giro, se non due in alcuni casi, con la punta conficcata direttamente nei polpastrelli...

Zampe anteriori gonfissime...gomiti gonfissimi...neanche riusciva a reggersi in piedi.

Uno strazio, uno orrore inguardabile, un colpo al cuore pensare alla sua sofferenza tanto prolungata nel tempo, il tempo della crescita di quelle unghie!

Questo lo stato fisico: analisi del sangue disastrose, forte anemia dovuta alla Rickettsiosi. Test Leishmania negativo! Due ernie inguinali. I suoi denti sono ricoperti di tartaro! E' pelle e ossa!

Eppure Angelica e’ di una dolcezza disarmante!

Forse non le sembra vero essere uscita da quel maledetto posto.

L’ho portata  presso una pensione nella mia città ...la seguirò costantemente...ha mangiato con tutta quella foga che solo chi non si nutre da tempo esprime...

Ora è in terapia...

Le ho promesso che la faro' tornare la stella di un tempo.

Non ho altro da aggiungere.

Per lei "pretendiamo" un'adozione del cuore...qualcuno che dia la possibilità a questi angeli caduti in volo di potersi finalmente rialzare.

 

La fine della storia, anzi l’inizio di una nuova vita

Angelica è stata Adottata il 12 settembre 2009 in prov.di Pistoia.
E’una meraviglia!

Ovviamente è stata sterilizzata dalla coppia che l’ha adottata, che la ama alla follia...

Angelica aveva le zampe ridotte in quel modo a causa di infezioni come Erlichia e Ricktettsiosi mai curate!!

Oltre che due ernie inguinali da fare paura!!

Ora sta bene...via le ernie e ok sterilizzazione

Come strascico del passato, ogni tanto ha bisogno di ingoiare  qualche anti dolorifico...

Ma vive finalmente una vita da..cane

 

Angelica appena salvata dal canile (canile?)

Angelica appena tolta dal canile

Angelica

 

  Lo stato della povera Angelica...
   

Ancora un'altra foto..... Guardate

Le unghie tagliate

Le unghie tagliate..

I polpastrelli

I polpastrelli
 

 

 

le sue zampe
 

 zampe
 

 Angelica oggi

La Rinascita..


Angelica OGGI

Angelica......Ora sei al sicuro..



(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute De gustibus non est disputandum
Postato da il Venerdì, 18 giugno @ 13:27:39 CEST (655 letture)

De gustibus non est disputandum

 

Riceviamo e divulghiamo.

Sia mai che, imparando a riconoscere la malafede sparsa da “organismi”, tale a Federfauna che rappresenta coloro che della vita fanno scambio col profitto e tale a chi, pur dichiarandosi Associazione Animalista,  ma che palesemente, rilanciando solo i comunicati di Federfauna e non la replica di Animal LIberation, dimostra da che parte sta,  la si riesca ad estirpare.

Pur dubitando molto, la speranza non si spegne.

Chiliamacisegua

www.chiliamacisegua.org

 

 

FEDEFAUNA PREFERISCE GIORGIO GUBERTI

 

ANIMAL LIBERATION PREFERISCE I POINTER

  

BEA DA GUBERTI       

 BEA DA ANIMAL LIBERATION

   

Comunicato

 

http://www.animalliberation.it/

 

 POINTER RITROVATO, ILLAZIONI DI FEDERFAUNA. ANIMAL LIBERATION RISPONDE

 

L’idea di Alberto Veronesi che Animal Liberation o qualunque Associazione animalista possa abbandonare un cane in autostrada è grottesca.

Animal Liberation si cura dei pointer sequestrati con l’aiuto di persone generose ma con molto sacrificio, spirito di abnegazione e anche debiti personali.

 

Chiunque abbia un po’ di esperienza nel campo sa cosa significa mantenere e curare, garantendo una buona qualità di vita, un numero così alto di cani:

senza contributi pubblici di alcun genere c’è solo lo spazio di sacrificarsi e indebitarsi.

Non vediamo cosa ci sia di strano o criticabile nel diffondere il nostro IBAN per chiedere l’aiuto delle persone disponibili visto che con le sole nostre

forze non potremmo farcela.

 

Stiamo compiendo una grande impresa, salvare tutti i cani del sequestro Guberti, ci stiamo riuscendo: è questa la cosa che indispettisce e fa infuriare Alberto Veronesi e gli altri allevatori amici di Guberti.

 

Quando abbiamo guardato negli occhi i cani nell’allevamento di Guberti e abbiamo visto il loro sguardo disperato e impaurito abbiamo fatto a tutti la promessa di dargli il futuro che si meritano. Stiamo mantenendo questa promessa e intendiamo farlo fino alla fine.

 

Tutto ciò che Federfauna dice circa presunte irregolarità dal sequestro ad oggi sulla gestione dei pointer sono solo illazioni e falsità.

Chiunque l’abbia voluto è potuto venire a vedere i pointer e a verificare il loro stato, compreso lo stesso Guberti che infatti è venuto alcuni mesi fa e non ha potuto eccepire nulla, mentre i cani si allontanavano da lui….

 

Sul pointer ritrovato a Bologna, Animal Liberation non ha alcuna responsabilità. Siamo molto contenti che sia stato ritrovato e siamo contenti di sapere che sta bene.

Il cane era tutt’altro che abbandonato, la sua scomparsa era stata regolarmente denunciata da chi ne ha la custodia giudiziaria; il vero problema è che questi cani hanno sofferto  molto, sono molto traumatizzati e per parecchi di loro il recupero è lento e difficile per cui, se non li si vuole tenere costantemente imprigionati, la loro gestione è molto complessa.

Tenerli costantemente segregati, cosa che riesce molto bene agli sfruttatori di animali, è molto più facile e sicuro.

 

Chi desidera informazioni su questo cane può rivolgersi alle autorità competenti; il nostro operato e la nostra coscienza sono tranquilli.

 

Perché Federfauna, il Pointer Club, Alberto Veronesi e tutti coloro che da oltre un anno attaccano Animal Liberation in tanti anni non hanno mai sollevato dubbi e sollevato il coperchio dell’”Allevamento del Vento” , perché non hanno mai speso una parola in difesa di quei poveri cani?

 

Con la documentazione esistente e sotto gli occhi di tutti noi pensiamo che Guberti sarà condannato, a lui non succederà nulla di male perché la sua età nel nostro Paese è giudicata incompatibile con la vita carceraria, ma con lui sarà condannato un metodo d’allevamento.

 

E’ questo che brucia a Federfauna e colleghi.

 

Lilia Casali

presidente di Animal Liberation

 

15 giugno 2010

 

 

 

http://www.federfauna.org/News/news.php?id=3451

 

Federfauna

 

E' un pointer Del Vento il cane trovato in stato di abbandono lungo la tangenziale di Bolo... 

 

La saga dei pointer Del Vento, sequestrati al veterinario Giorgio Guberti di Ravenna a fine 2008 dal Nirda ed affidati agli animalisti, non smette di riservare sorprese. E' "Ranger Del Vento" il cane trovato in stato di abbandono lungo la tangenziale di Bologna qualche giorno fa e portato in canile.

E' lo stesso Giorgio Guberti a darne notizia: sabato 13 giugno alle ore 13.20 ha chiamato un responsabile locale di FederFauna per avvisarlo che aveva da poco ricevuto una telefonata da un addetto di un canile di Bologna il quale, controllato il microchip e verificato che il cane era regolarmente registrato in anagrafe regionale, ha segnalato il ritrovamento al legittimo proprietario.

 

Alla telefonata del canile, Guberti, dimostrando per l'ennesima volta correttezza e non certo l'astuzia attribuitagli da Animal Liberation nei suoi comunicati sempre muniti di IBAN per le donazioni, ha dichiarato che il cane, assieme agli altri, gli era stato sequestrato dai forestali e che era stato dato in custodia agli animalisti.

 

Dopo aver riflettuto un po' però ha pensato di chiamare anche FederFauna che e' corsa a verificare identita' e condizioni dell'animale.

Che il cane ritrovato in stato di abbandono lungo la tangenziale di Bologna, proprio come nei migliori spot sul randagismo, sia Ranger Del Vento non vi e' dubbio.

 

Il numero di microchip risulta essere nell'elenco del sequestro stilato dal Nirda e inoltre il suo colore bianco-testa di moro (bianco-fegato nel verbale) e' raro e riconoscibile anche nelle foto scattate dagli animalisti nel periodo del sequestro.

E' quindi indubbio che quel cane sia passato per le mani dei suoi "salvatori" CFS e Animal Liberation.

 

Cosa ci faceva allora in tangenziale di Bologna? L'abbandono di animali – fa presente FederFauna – e' perseguibile penalmente, anche se dopo i primi affidi dei cani sequestrati a Guberti, il vicequestore aggiunto della forestale Anna Mazzini disse che in caso di smarrimento "...non ci sono conseguenze per l'affidatario, puo' succedere che un cane scappi...".

 

In tal caso pero' dovrebbe esserci una denuncia di smarrimento, tanto piu' trattandosi di un bene sotto sequestro, e il canile l'avrebbe saputo.

Sembra invece addirittura che il cane sia stato accalappiato e portato in canile proprio da agenti del CFS che evidentemente non conoscevano ne' l'animale ne' i colleghi che l'avevano sequestrato.

 

Ora e' possibile che anche questo caso, come quelli di Parma o San Marino, sia inghiottito dal silenzio piu' totale, e sono in aumento quelli che reputano sempre piu' probabile per l'allevatore ravennate una condanna che metta definitivamente il coperchio ad una pentola in ebollizione che continua a schizzare retroscena completamente diversi da quanto mostrato ed urlato dalla propaganda animalista.

 

FederFauna sostiene invece che la pentola bisognerebbe scoperchiarla.

Sarebbe piu' che opportuna un'indagine sui sequestri in cui gli animali sembrano cadere in un limbo di "esproprio di fatto", con tutto quello che ne consegue.

 

Sulle onlus animaliste che ottengono la custodia degli animali sequestrati come Animal Liberation, che dopo aver dichiarato per voce della sua presidente Lilia Casali, che all'epoca del sequestro non aveva ne' strutture ne' fondi, oggi dopo un anno di pointer Del Vento, sembrerebbe addirittura essere diventata proprietaria di un terreno.

Sui poveri cani sequestrati e sparsi ovunque, anche in tangenziale di Bologna!

 

15-06-2010

 

 

 

I FATTI

http://www.chiliamacisegua.org/2010/05/07/ravenna-un-%E2%80%9Clager%E2%80%9D-per-cani-e-gatti-a-processo-il-veterinario-guberti/

Ravenna. Un “lager” per cani e gatti, a processo il veterinario Guberti

 

http://chiliamacisegua.wordpress.com/2010/03/23/guberti-rinviato-a-giudizio/

Guberti rinviato a giudizio

 

 

 



(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

Notizie ricevute e publicate Notizie Ricevute Randagismo a Monreale.
Postato da il Venerdì, 21 maggio @ 13:12:02 CEST (826 letture)

Lega Nazionale per la Difesa del Cane – sezione di Palermo Viale Diana, 3 90142 – Palermo

Lega Anti Vivisezione Via Piave, 7 00187 – Roma

Ente Nazionale Protezione Animali ‐Sezione di Palermo

Via Brunetto Latini 11, 90141‐Palermo

Lega Italiana Difesa Animali ‐Sezione di Palermo Via M. Ascoli, 14 90127‐Palermo

Organizzazione Italiana Protezione Animali ‐Sezione di Palermo

Via Calpurnio 7 90100 ‐Palermo

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

19 maggio 2010

Allarme randagismo a Monreale (PA), deve scapparci il morto prima di intervenire? E quanti animali devono ancora morire e soffrire?

Le associazioni animaliste in indirizzo congiuntamente denunciano quanto sta accadendo nel territorio del comune di Monreale a causa dell’inattività dello stesso Comune e del Sindaco Avv. Filippo Di Matteo e della Giunta del Comune per ciò che concerne la salvaguardia di cani e gatti randagi. Le Associazioni animaliste in indirizzo, dopo avere soccorso centinaia di cani e gatti necessitanti di aiuto sul territorio monrealese, hanno chiesto in data 16 febbraio 2010 un incontro col Sindaco di Monreale, con il Dott. Paolo Ingrassia dell’Unità Operativa Anagrafe Animale ASP Veterinaria, l’Assessore regionale alla Salute Massimo Russo ed con il Sottosegretario al Ministero della Salute On. Francesca Martini per discutere e porre possibili soluzioni all’emergenza randagismo sul territorio monrealese, che ha assunto proporzioni preoccupanti con inevitabili ricadute sia sul benessere sociale, sia animale, sia sul turismo. All’incontro che si è tenuto il 16 marzo 2010 nel palazzo del Municipio a Monreale, vi era presente soltanto il Sindaco di Monreale e l’Assessore all’Urbanistica del comune di Monreale, Nazzareno Salamone. Le nostre Associazioni hanno riferito al sindaco che moltissime sono le segnalazioni che riceviamo ogni giorno da cittadini monrealesi, villeggianti e turisti sulle basi di avvelenamenti di cani, cani malati e bisognosi di cure e ricovero, e mancato adempimento come da obblighi di legge, del censimento, microchippatura e sterilizzazione dei cani randagi. Inoltre, le nostre Associazioni animaliste hanno fatto il punto sulle inadempienze delle legge regionale 15 del 2000 “Istituzione dell’Anagrafe Canina e norme sulla tutela degli animali di affezione e prevenzione al randagismo”, del suo regolamento esecutivo, nonché della circolare emessa dall’Onorevole Massimo Russo risalente al 13 giugno 2009 che ribadisce i compiti e doveri stabiliti dalla legge sopra scritta e dalla normativa nazionale, (dopo i tragici fatti di Scicli che hanno visto la morte di un bambino) a causa dell’omessa lotta al randagismo da parte delle Istituzioni competenti. Inoltre, durante l’incontro abbiamo chiesto al Sindaco, la convenzione urgente con ambulatori veterinari o canili privati per il recupero e la cura degli animali incidentati, malati e quei soggetti che non possono vivere per strada, come cuccioli e cani anziani e ciechi per i quali ad oggi Il Comune di Monreale non interviene mostrando incuria sia a livello legale sia a livello umano. Durante l’incontro con il Sindaco, le nostre Associazioni si sono inoltre messe a disposizione per una collaborazione attiva e gratuita per fare partire una corretta lotta al randagismo. A distanza di più di un mese, dopo molteplici e vani tentativi di contatto telefonico con il Sindaco Di Matteo (anche se durante l’incontro lo Stesso ci aveva assicurato risposte chiare e concrete entro e non oltre 10 gg), siamo invece riusciti a parlare con l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Monreale il quale ci ha riferito verbalmente che il Comune, non avendo disponibilità economica, non può affrontare la lotta al randagismo, creando così un muro di cemento armato tra le nostre richieste e la loro posizione.

Ed allora ci chiediamo: dove sono finiti i fondi stanziati dallo Stato Italiano e dalla Regione Siciliana per la lotta al randagismo, ossia €. 35.000 frutto di finanziamento regionale e €. 80,000 derivanti dal finanziamento di un progetto approvato dal Ministero della Sanità? Ed ancora ci chiediamo: perché un Comune non rispetta le leggi? E dov’è l’ASP veterinaria che ha obbligo di microchippatura dei cani, il loro ricovero in rifugi adeguati, compiti di sterilizzazione e garantire un corretto equilibrio del rapporto uomo‐animale‐ambiente? Ed ancora, forse il Sindaco Di Matteo attende che un altro bambino perda la vita ma stavolta nel territorio monrealese? Perché i cittadini monrealesi, i villeggianti ed i turisti ed anche solo chi passa dal Comune di Monreale devono trovarsi davanti scene di degrado così forti?

La situazione ad oggi è quella di centinaia di cani vaganti sul territorio, alcuni buoni altri meno perché inaciditi dall’intolleranza dell’uomo, cuccioli denutriti, cagne con le mammelle piene di latte e scheletriche, povere bestie ricoperte da zecche che cercano cibo nei contenitori dell’immondizia, cani e gatti incidentati lasciati morire per strada. A seguito della richiesta di incontro un altro incontro è stato fatto con la D.ssa Matassa, rappresentante del Ministero inviata a Palermo dall’On. Martini, ed i rappresentanti dell'Assessorato alla Sanità, Dott. Bonomo e Dott. Sghembi, sulla situazione di Monreale che hanno appurato l’inadempienza delle leggi da parte del Sindaco di Monreale. Vista quindi l’inadempienza del Comune di Monreale della normativa regionale e nazionale le nostre Associazioni intendono rivolgersi alla Magistratura affinché venga aperta un inchiesta su quanto sopra riferito. Per ulteriori informazioni contattare Arianna Ferrante, volontaria della Lega Nazionale per la Difesa del Cane al 3405512698.

ENPA LAV LIDA LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE OIPA

In allegato reportage di soltanto alcune delle esperienze direttamente vissute e foto scattate dai volontari delle Associazioni in indirizzo:

Foto scattata il 14 maggio 2010: questa cagna è una randagia in c.da Strazzasiti: gli manca il pelo, è molto spaventata e si nutre nei cassonetti dell’immondizia. Gli ultimi suoi nati sono stati prelevati domenica 16/05/10 da una volontaria e sono in cura tra la vita e la morte. Tra 3 mesi questa cagna in foto partorirà altri cuccioli … solo se mai riuscirà a sopravvivere. Sotto le foto dei suoi cuccioli.

Un’altra storia di un invisibile come tanti a Monreale: questo yorkshire è stato soccorso la notte del 12 maggio 2010 in via Cannolicchio a Monreale, era lì da giorni, forse da settimane, accanto ai bidoni dell’immondizia. E’ morto dal veterinario … non poteva neanche chiudere gli occhi perché la pelle attorno gli occhi si era sgretolata…

Cucciola vagante trovata in c.da Real Celsi a Monreale a gennaio 2010, temperatura esterna un grado, bagnatissima, pancia gonfia a causa di un blocco intestinale: dal retto le sono stati estratti piccoli rami, carta, pezzi di ossa e plastica ….

23 agosto 2009, ci segnalano un cane in contrada Giacalone a Monreale, arriviamo li e questa la scena che si presenta ai nostri occhi….perdeva sangue dagli occhi e dalle zampe.

Contrada Real Celsi, cane trovato con bacino storto, zampa gonfia, affamato, denutrito.

Branco di cani stanziali tra l’immondizia …alcuni cuccioli li abbiamo salvati, erano per strada tra le macchine che sfrecciavano. Presenti all’appello 15 cuccioli e tre cagne denutrite e con le mammelle gonfie di latte. Tra qualche mese, oltre ai 15 cuccioli ce ne saranno altri 15 ed ancora tra altri sei mesi, un ciclo infinito ….

Aprile 2010, cassonetti dell’immondizia di c.da Strassaiti, 4 cuccioli morti, buttati come se fossero immondizia…



(Leggi Tutto... | Notizie Ricevute)

25 articoli (3 pagine, 10 per pagina)
[ 1 | 2 | 3 ]
 
Firma per gli animali

FIRMA LA PETIZIONE "CANI E BENI DI LUSSO"?



FIRMA LA LETTERA AGLI EURO PARLAMENTARI CONTRO LA VIVISEZIONE
Abolizione della vivisezione didattica

FIRMIAMO PER I CANI E I GATTI DELLA SPAGNA

Sign for Il massimo della pena alle 2 assassine di Milano


ABOLIZIONE PATE' DE FOIE GRAS

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

La Storia di Oggi
Ancora Nessun Articolo.

Articoli Vecchi
Mercoledì, 19 maggio
· Incendiata l'Oasi del Gatto di Castellanza (VA
Domenica, 14 marzo
· Edoardo Stoppa è stato vittima di un'intimidazione
Mercoledì, 20 gennaio
· Fine anno memorabile per SiMaBo!
Sabato, 02 gennaio
· Caltanissetta-Pastore tedesco fucilato in pieno volto
Martedì, 24 novembre
· Chiuso canile lagher nel comune di Barzio
Mercoledì, 28 ottobre
· MARGHY
Sabato, 24 ottobre
· ''Stop alla sofferenza dei circhi''
Sabato, 17 ottobre
· Gli orrori della produzione di uova
Giovedì, 03 settembre
· Campagna di affisione ''Meno carne, meno effetto serra''
Sabato, 29 agosto
· Campobello (TP), sindaco denunciato da animalista

Articoli Vecchi

Informazioni

Logo TV animalista

GRUPPO DI STUDIO SULLE TRADIZIONI VIOLENTE

Chi li ama ci segua

I cani di Erica

Gruppo Le Aquile Rimini, Unità Cinofila da Soccorso.

Sito del rifugio Ulmino

Sito del Canile di Coriano

Sito Associazione Animal Liberation

Avere un Animale

Abotta un Bull!

Sito per gli animali disabili

Associaizone Oltre la Specie

S.O.S. Adozioni Cani

Gruppo Spillo

Sito SAVE THE DOGS

Sito LEGA PER L'ABOLIZIONE DELLA CACCIA



Sito LIDA sezione di Olbia

Sito Arcabaleno



HOME

Argomenti

Archivio Articoli

Chi Siamo

Cerca

Domande più frequenti

Contenuti

Downloads

Web Links

Top 10

Invia News

AvantGo

Sondaggi

Contatti

Come Sostenerci

Passaparola

Giornale

Profilo Utente


Contattaci. Contattaci.

Contatore visite gratuito

IL sito è curato e realizzato da Ivan Innocenti


godaddy stats
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi