L'ORRORE DELLA VIVISEZIONE NELLE POESIE DI LEOPOLDO DE PERSIO
Data: Domenica, 10 ottobre @ 21:31:12 CEST
Argomento: La voce degli animali


BELLISSIME POESIE DI LEOPOLDO DE PERSIO, FAMOSO E ADORABILE GATTARO ROMANO, SCOMPARSO UN PAIO DI ANNI FA!!!
IL SUO PENSIERO E LE SUE SPLENDIDE PAROLE CONTRO L'ORRORE DELLA VIVISEZIONE!!!
 
DIFFONDIAMO!



> Caro Leopoldo, se sei lassù che ci guardi, starai piangendo per quelle
> povere creature alle quali non bastavano le brutture che gli uomini fanno
> loro. Adesso le hanno anche legalizzate. Riporto a chi non le conoscesse le
> tue poesie che descrivono questi orrori legalizzati:

>
> VIVISEZIONE I
> Uomo infelice senza gioia,
> privo d'amore;
> che neghi la pietà a chi la invoca
> e senza timore,
> dormi tranquillo con la tua coscienza.
> Mai fosti caduto così in basso,
> contorto e alienato spirito;
> figlio emerito della pazzia,
> pari ai rifiuti non riciclabili.
> Essere immondo non degno del creato
> che mascheri le tue torture i tuoi delitti,
> con etica ipocrita, sfacciata e falsa.
> Sono anime sporche, sudice, marce
> d'una ferocia e crudeltà consapevoli
> che si sprigionano contro gli indifesi.
> Esercitata da menti aberranti
> con accanito cinismo e indifferenza
> su esseri innocenti,
> costretti con forzata costrizione
> a subire l'impudenza sprezzante
> dei suoi torturatori.
> Ostentata mania,
> di sviscerare le povere vittime.
> Per una falsa scienza,
> si ostinano ad infliggere, dolore e sofferenza.
> L'uomo la bestia più perversa,
> è bene non allevarlo
> potrebbe avere in seno del veleno.
> Seviziatori, torturatori, sadici,egocentrici;
> loro possono e vogliono,
> le povere bestioline subiscono.
> Ho uomini crudeli! Rendetemi le mie creature.
> Cosa ne avete fatto? Distorte menti!
> Lasciate ch'io le raccolga, non buttatele ai rifiuti.
> Soltanto voi meritate di essere gettati
> nelle discariche e nelle fogne.
> Leopold Persidi Roma 29-3-2003    
>
>
> VIVISEZIONE II
> Agghiacciante:
> Lesioni indotte chirurgicamente
> atrocemente traumatiche.
> Torturati a morte.
> Raccapriccianti esperimenti,
> con sadici dettagli,
> sepolti in riviste ammuffite per specialisti
> e poi portate alla luce
> da gruppi animalisti e divulgate.
> Smascherata crudeltà,
> un lungo elenco di orrori,
> che non possono essere considerati leciti
> Insensata operazione scientifica.
> Si traffica nel gratuito doloroso,
> nel superfluo assurdo,
> al di fuori di ogni etica e scusa plausibile.
> Luminari: Medici-Veterinari
> degni dei lager nazisti,
> che sguazzate imperterriti nell'orrendo,
> come cosa che si usa e getta,
> per ultimo Eutanasia.
> Cattivi medici immorali
> dalle mani insanguinate.
> Leopold Persidi Roma 24-09-2003
>
>
> VIVISEZIONE IV L'ANGOSCIA
> Realtà assurda, mostruosa,
> che richiede coraggio per conoscerla.
> Pseudi scienziati pazzi, che svolgono
> il loro sadismo represso, impunemente,
> atroce; sconvolgente documentazione,
> che spazza via le nostre dubbie
> e precarie incertezze,
> e crea profondo disgusto nelle anime pietose.
> Esperimenti senza anestesia, ustionati a morte;
> cuciti uno all'altro per la pelle
> o per i muscoli della pancia.
> Riuscivano, questi poveri tormentati, a liberarsi
> lacerando i tessuti con fuoriuscita degli intestini.
> Primati immobilizzati per mesi
> dagli apparecchi di contenzione,
> fatti impazzire da brutali scariche elettriche
> con evidenti segni, di provocata , epilessia.
> Gatti spellati vivi, pavimenti arroventati,
> spilloni sotto le zampe, schiaffi, scossoni,
> compressioni della coda,
> con palese manifestazione d'angoscia e ancora
> scariche elettriche prima di morire per il dolore.
> Cani con nervi recisi delle cosce,
> zampe congelate, deformate, staccate
> per poi morire in una lenta agonia.
> Orrenda visione di martirio esercitata da uomini
> che passano per brave persone,
> poiché credono che il loro operare sia utile all'umanità.
> Sciocca e ripugnante considerazione di questi criminali
> appoggiati da leggi inique che non dovrebbero esistere
> ed essere cancellate con i stessi autori.
> Qui non c'è traccia, giacciono le vergognose coscienze,
> che proseguono ad infliggere tormenti.
> Si sono spogliati della dignità, ormai ridotta a brandelli!
> Tutto è vago, spietatamente orribile, desolatamente triste.
> Saranno redenti alla fine e chiedere perdono
> a tante povere creature per le loro nefandezze
> o sono già privi di cuore, poiché la loro anima è morta.
> Leopold Persidi Roma 20-05-2004
>
>
> VIVISEZIONE ACCUSA
> L'anima ignobile cattiva dell'uomo,
> che avvolge il silenzioso mondo
> degli innocenti.
> Dolore atroce "inverosimile", spaventoso.
> Inaudito pianto dell'anima nell'agonia.
> Terrore! Crudeltà! Tormento!.. Per
> queste malcapitate creature.
> Lo stesso demonio ne ha orrore
> ed aspetta sogghignando di punire il malvagio.
> Follia umana, impunità,
> laboratori di tortura ove gli indifesi
> soccombono, tra inconsolabili spasimi.
> Spietatezze barbariche, crimini gratuiti,
> sopra spiriti martoriati,
> annientati dal dolore sino alla morte.
> Crudeltà! Somma di tutti i mali!
> Nei cuori di questi uomini spietati,
> induriti da massacri illeciti
> non c'è la gioia dell'amore,
> colpiti da deplorevoli infermità mentali.
> Assassini catatonici!
> Con la mancanza assoluta di non pietà,
> i senza pace!Leopold Persidi Roma 05-03-2004
>
>
> LABORATORI DI VIVISEZIONE
> Si sentono i guaiti di dolore,
> si avverte la disperazione dolorosa
> dei devocalizzati.
> Torture, malvagità, angoscia,
> inflitte a povere creature,
> da esseri spregevoli psicopatici.
> Vorrei tanto che questi demoni
> fossero isolati in luoghi angusti
> e lasciati disperare
> in mezzo ai loro stessi escrementi.
> Poi prenderli e torturarli
> nelle stesse ferite aperte e infette;
> vederli morire dopo dolori terribili.
> Mostri che infliggete tanto dolore
> di agonie infinite, sofferenze insensate;
> folli dall'anima sporca,
> dalla ragione sconnessa,
> dai sentimenti persi.
> Nascondete visioni infernali,atroci,
> di martiri che muoiono in silenzio
> nell'estremo dolore.
> Non sarete mai perdonati! per i tormenti
> che avete inflitti ai poveri disperati indifesi;
> sarete perseguitati dalle suppliche
> e dall'urlo disperato degli innocenti.
> Leopold Persidi Roma 06-03-2005
>
VIVISEZIONE








Questo Articolo proviene da Animali che passione
http://www.animalichepassione.it

L'URL per questa storia è:
http://www.animalichepassione.it/modules.php?name=News&file=article&sid=446