l'orrore del disastro del DOLLY DOG
Data: Sabato, 14 marzo @ 20:00:00 CET
Argomento: Iniziative


Oggetto: Massima diffusione: ancora l'orrore del disastro del DOLLY DOG 

Salve sono Sabrina una ragazza della provincia di  Torino. Sono stata in  vacanza una settimana in Calabria dal 21 al 28 gennaio 2008. 

Scrivo quanto accaduto e che ho visto con i miei occhi martedì e mercoledì 27 e 28 gennaio  a Rizziconi  (RC). 

Abituata a ciò che vedo al nord nei nostri rifugi sono rimasta sconvolta. Era scioccante già avere avuto la notizia a dicembre  quando il canile Dolly Dog era stato spazzato via dall'acqua e centinaia cani erano morti senza trovare scampo, ma essere stata in quel posto ed  avere visto con i miei occhi mi ha segnata dentro e so che non dimenticherò mai ciò che ho visto. In un posto che sembra dimenticato da tutti ci sono ancora circa 30 cani abbandonati a loro stessi, senza cibo e senza nessuno che si occupi di loro se non un paio di volontarie che ringrazio di cuore per ciò che  fanno.

Ci sono femmine incinte, alcuni maschi e alcuni vecchietti...soli. Soli in un luogo che era un  canile, dove comuni hanno inviato cani. Non ho le competenze
e nemmeno la presunzione di accusare chi o cosa, ma ci sono domande a cui non riesco a dare una risposta: 

-         CHI SI DOVREBBE OCCUPARE DI LORO ADESSO?

-         PERCHE' SONO STATI LASCIATI LI', SOLI?

-         PERCHE' CI SONO FEMMINE INCINTA INVECE DI  ESSERE STATE STERILIZZATE?          

Diffonderò questa mail il più possibile, sperando che qualcuno possa dare una risposta e che soprattutto ci sia qualcuno che si dia da fare sul serio spostando quei cani da quel luogo che non è assolutamente più adatto a LORO.

Ho visto cani attaccarsi tra loro per un pugno di crocchette, cani terrorizzati dall'uomo che ti guardano con i loro occhioni e forse si domandano per quali
pene ora debbano pagare. Avrei voluto poter fare di più che portare acqua e cibo a quelle creature, ma abitando al nord ed essendo tornata alla mia vita qui l'unica cosa che posso ancora fare e cercare un aiuto per loro. 

ll martedì una cagnolona ha guidato me Federica e Patrizia( due volontarie del luogo)dai suoi cuccioli. Ne aveva fatti 9, era denutrita e debole, ma ha salvato i suoi piccoli, allattandoli e accudendoli. Ora lei si trova al sicuro con i suoi piccoli ed un'altra femmina da Patrizia, ma ci sono costi da sostenere serve cibo, cure...chi può da solo provvedere a tutto questo?E gli altri cani che sono ancora lì, che ne sarà di loro?Per quanto potranno ancora
resistere in quel luogo?
Mercoledì io e Federica siamo tornate a sfamarli ho fatto alcune foto ...una femmina che subito girava alla larga da noi, dopo la mia insistenza nel chiamarla per darle del cibo si è lasciata accarezzare e mi ha leccato una mano. E' stato un attimo, mi guardava negli occhi ed io nei suoi e credo le mancasse solo la parola in quell'istante  per raccontare ciò che aveva passato ciò che aveva visto. Quando siamo salite in auto, ci ha rincorse, ha
rincorso l'auto!!!Ci siamo fermate le abbiamo  dato altro cibo perchè non ci seguisse ed ora lei e lì , con gli altri suoi compagni di questa sventura e aspetta un'altra mano da leccare e una speranza. Io chiedo a tutti coloro che leggeranno questa mail di diffonderla di dare una speranza
ai cani di Rizziconi di cercare aiuto e di dimostrare un pò di SENSIBILITA'  che in una società "EVOLUTA" DOVREBBE  REGNARE SOVRANA
. Abbiamo trovato in un bidone un cane morto per cui qualcuno li si è recato...Serve con urgenza uno stallo per questi cani non possiamo aspettare oltre poichè hanno fame sono soli e alcuni sono già morti o spariti. Il cascinotto di Collegno e la croce blu di Piossasco si sono offerti di salvare due cani, ma anche gli altri hanno bisogno di una possibilità. Sono scampati alla strage ed al trasferimento in un canile lager. Non lasciamo che muoiano lì soli...soltanto perchè nati nella regione sbagliata!!!

Chi conoscesse anche privati che possano dare stallo a qualche creatura ci contatti. Non permettiamo che  altre creature facciano quella fine!!!!!

A OGGI 28 FEBBRAIO LA SITUAZIONE E' SEMPRE PIU’ GRAVE SONO PASSATI DUE  MESI  DALLA TRAGEDIA MA LORO, SOPPRAVVISSUTI A TANTO DOLORE, ASPETTANO ANCORA LA  SALVEZZA.

Grazie Sabrina 340 5436801









Questo Articolo proviene da Animali che passione
http://www.animalichepassione.it

L'URL per questa storia è:
http://www.animalichepassione.it/modules.php?name=News&file=article&sid=199