Benvenuto su Animali che passione Offri il tuo contributo in denaro per sostenerci.
Iscriviti alla associaizone e diventa uno di noi
Mi Vuoi Morto? Attenzione alle truffe sui cuccioli
Condividi
Cerca

HOME

Argomenti

Archivio Articoli

Chi Siamo

Cerca

Domande più frequenti

Contenuti

Downloads

Web Links

Top 10

Invia News

AvantGo

Sondaggi

Contatti

Come Sostenerci

Passaparola

Giornale

Profilo Utente


Pepe consiglia di iscriversi
...amici è nata DNA Rimini...io corro a iscrivermi!!!


La mappa per i nostri amici animali a Rimini
Visita la nostra mappa e contribuisci segnalando i punti di interesse
Visualizza Canili e Animali a Rimini in una mappa di dimensioni maggiori

Il caso Sgambamento a Rimini
Guarda il nostro progetto "Sgambamento canile di Rimini"

Utenti in Linea Ora
In questo momento ci sono, 202 Visitatori(e) e 17 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Gatti nel Canile di Rimini
Gatti nel Canile di Rimini

Canile di Vallecchio

Cani del Canile di Vallecchio


Menù
· Home
· Archivio Articoli
· Argomenti
· AvantGo
· Cerca
· Contatti
· Contenuti
· Domande più frequenti
· Downloads
· Forums
· Giornale
· Invia News
· Messaggi Privati
· Passaparola
· Profilo Utente
· Sondaggi
· Statistiche
· Top 10
· Web Links

Filmati
Abbandono animali RTV San Marino


Canile di Coriano
Prima parte


Canile di Coriano
Seconda parte


Abbandono Animali
Primo tempo


Abbandono Animali
Secondo Tempo




Logo TV animalista

Video Gli orrori della produzione di uova

Video Stop alla sofferenza degli animali nei circhi

 
Appello Appelli: Come possiamo aiutare quest’uomo ed i suoi “figli”??
Postato dasimo il Giovedì, 01 aprile @ 22:21:39 CEST
_CONTRIBUTEDBY simo

Come possiamo aiutare quest’uomo ed i suoi “figli”??


Ciao a tutti amici miei, Mi chiamo Giorgio Cannizzaro, ho 57 anni, e vivo a Trapani (Sicilia) sono un uomo solo, non sono sposato, non ho figli e mia madre è morta, la mia unica famiglia erano i miei 7 cani con cui vivevo in un appezzamento di terreno di mia proprietà, questi cani sono l’unica mia gioia di vivere, li ho raccolti ancora cuccioli per strada e sono diventati i miei compagni di vita… Lo scorso anno in seguito ad una segnalazione di qualche confinante, il sindaco di Trapani dove io risiedo, “Girolamo Fazio” ha emanato un’ordinanza nella quale invita agli organi di competenza: Comando di Polizia Municipale, ASP Servizio Veterinario, Servizio di abusivismo edilizio, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Ufficio dei servizi sociali, e.p.c alla procura della repubblica, ai carabinieri, e ASP igiene pubblica, di voler provvedere alle verifiche ognuno per la propria competenza. In data 25/01 c.a. vedevo allontanare forzatamente i miei figli (cani) dicendomi verbalmente che il luogo doveva essere ripulito e disinfettato dopodiché avrebbero provveduto a restituirmi i miei animali. Ho visto accalappiare i miei animali tremanti e terrorizzati, che guaivano e si dimenavano trascinati per il collo con quello che loro definiscono attrezzo da lavoro, ma che altro non è che un cappio, un fil di ferro che attorcigliato al collo si stringe sempre di più ogni qualvolta l’animale oppone resistenza a questa tortura, sollevati per il collo lasciandoli senza respiro come dei condannati a morte per impiccagione venivano infilati in un furgoncino dentro a delle piccolissime gabbie dove non era permesso loro il minimo movimento, ammassati me li sono visti allontanare e nonostante i miei sforzi di corrergli dietro (con la mia bicicletta unico mezzo di locomozione), si allontanavano sempre di più scomparendo alla mia vista appannata di lacrime. Sotto shock, e traumatizzato anch’io da ciò che avevano fatto ai miei figli, riuscì a raggiungere il canile solo mezz’ora dopo, tempo necessario in bici che si percorre da casa mia al luogo. Li vidi ancora strattonare e trascinare, legare loro la bocca con dei lacci per mettergli il cosiddetto microchip, di cui io non ero a conoscenza cosa fosse e che per avere un cane bisognava fare. Da quel giorno iniziò il mio calvario cominciai a regolamentare e fare tutto quello che c’era da fare nel mio terreno per cercare il prima possibile di portare i miei figli di nuovo a casa.Il giorno 1 febbraio dopo che avevo lavorato ininterrottamente giorno e notte, feci richiesta alle autorità competenti di farmi un nuovo sopralluogo per accertare il ripristino delle condizioni igienico sanitarie del luogo, e dunque della restituzione dei miei 7 cani, fu fatta una nuova ispezione questa volta solo dai vigili urbani, ma da quel momento in poi, mi accorsi che io e i miei cani eravamo stati vittime di un inganno, • Mi è stato riferito che il problema non era solo l’igiene, ma il numero dei cani per cui, vigili e veterinari volevano ritrattare dandomi solo 2 dei miei 7 cani, fino ad arrivare ad un accordo di 3 su 7, mi consigliavano di scrivere una rinuncia degli altri 4 che avrei dovuto lasciare al canile,…una volta divenuti di proprietà del comune, i cani automaticamente diventano cani randagi e come avviene sistematicamente vengono liberati sul territorio (abbandono legalizzato) falsa interpretazione della L.R 15/2000 che parla che un cane randagio accalappiato va sterilizzato e poi rimesso sul territorio.I miei cani sin da cuccioli hanno avuto riparo, cibo e cure sanitarie e messi su strada sarebbero un pericolo per loro stessi e per l’incolumità pubblica in quanto potrebbero attraversare la strada recando gravi incidenti . • Ho chiesto dunque l’accesso agli atti e la visione dei verbali del medico veterinario che me li sottraeva forzatamente, ma ad oggi, non hanno verbalizzato nulla, i miei cani non sono stati sottoposti a sequestro e credo a questo punto che mi siano stati sottratti abusivamente, giornalmente mi reco al canile a vedere i miei cani che di giorno in giorno dimagriscono, e hanno atteggiamenti nervosi e depressi, sono disperato, credo di essere vittima di ostruzionismo e di ingiustizia, non sono una persona istruita e vivo di quel poco lavoro che trovo di tanto in tanto presso privati ma ai miei cani non è mai mancato nulla, in quel luogo ormai deserto che è la mia casa vuota senza di loro io piango pensando alla festa che mi facevano al mio rientro, disperato chiedo aiuto a chiunque possa prendere le nostre difese, non so quanto io possa resistere ancora prendo la forza solo nella speranza che possano ritornare a casa un giorno, ma nel caso contrario come ho già detto dinanzi Vigili e Veterinari, preferirò uccidermi che vederli morire nel ciglio di una strada investiti perché il comune ha preferito abbandonarli che restituirmeli. Vi ringrazio di cuore per quello che vogliate fare in mio aiuto a nome mio e dei miei 7 cani.





 
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Links Correlati
· Inoltre Appello
· News by simo


Articolo più letto relativo a Appello:
ROMA 25 SETTEMBRE CORTEO NAZIONALE CONTRO GREENHILL E ALLEVAMENTI VIVISEZIONE


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico


Associated Topics

Appello

Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.

HOME

Argomenti

Archivio Articoli

Chi Siamo

Cerca

Domande più frequenti

Contenuti

Downloads

Web Links

Top 10

Invia News

AvantGo

Sondaggi

Contatti

Come Sostenerci

Passaparola

Giornale

Profilo Utente


Contattaci. Contattaci.

Contatore visite gratuito

IL sito è curato e realizzato da Ivan Innocenti


godaddy stats
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.15 Secondi